Skip to content

Sperimentazione di un sistema dinamico per la selezione Vis-NIR della frutta

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Beghi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e Tecnologie Alimentari
  Relatore: Luigi Bodria
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 193

La qualità dei prodotti è sempre più considerata un fattore essenziale di competizione alla luce della crescente attenzione che il consumatore manifesta nei confronti della propria alimentazione. Per far fronte alle esigenze del mercato, l’industria alimentare richiede strumenti in grado di consentire analisi rapide a costi contenuti su ogni prodotto, al fine di garantire standard qualitativi elevati. In particolare il settore ortofrutticolo ha mostrato un interesse sempre maggiore verso quelle tecnologie non distruttive che sono in grado di analizzare la qualità interna di ogni singolo frutto e che possono essere impiegate direttamente su di una linea di cernita di prodotti.
Questa tesi ha avuto come scopo la sperimentazione di un dispositivo per la selezione dinamica di prodotti ortofrutticoli tramite analisi ottica di campioni in movimento. Il sistema, realizzato dall’Istituto di Ingegneria Agraria dell’Università degli Studi di Milano, è stato utilizzato per stimare il grado zuccherino di mele Golden Delicious attraverso l’acquisizione in trasmittanza degli spettri dei frutti nella regione Vis-NIR e la successiva elaborazione di modelli chemiometrici di regressione.
Il dispositivo sperimentale è composto da quattro elementi. Il sistema di trasporto, costituito da un nastro trasportatore a velocità regolabile. La camera di misura, dove il frutto viene illuminato dalla radiazione luminosa prodotta da due lampade alogene da 50 W esterne e focalizzata sul frutto da un sistema di lenti. Una fibra ottica alloggiata nella parete superiore della camera raccoglie la luce che riemerge dal campione dopo aver interagito con la sua struttura interna. Lo spettrofotometro, a cui è collegata la fibra ottica, scompone la radiazione proveniente dal frutto nelle sue componenti monocromatiche, misurandone lo spettro nell’intervallo 550-1050 nm. Infine un Personal Computer digitalizza e registra lo spettro dei frutti.
Il dispositivo è stato sperimentato in due fasi distinte: dapprima è stato utilizzato in configurazione statica, ovvero su campioni fermi; in seguito è stato, invece, utilizzato per l’acquisizione degli spettri di frutti in movimento.
Lo scopo delle misure statiche è stato quello di valutare l’intensità del segnale generato all’interno della camera di misura e di determinare la migliore configurazione strumentale da utilizzare nelle successive prove dinamiche. Gli spettri dei frutti sono stati acquisiti prima nella regione Vis-NIR con un tempo di integrazione di 150 ms e in seguito nel solo NIR (800-1050 nm) con un tempo di integrazione portato a 400 ms al fine di amplificare l’intensità del segnale misurato. Gli spettri dei campioni sono stati utilizzati per l’elaborazione di modelli chemiometrici di regressione multivariata tramite l’utilizzo della tecnica dei Minimi Quadrati Parziali (PLS). Nella seconda fase il dispositivo è stato utilizzato per acquisizioni su campioni in movimento a diverse velocità. Inizialmente sono stati registrati gli spettri di 224 campioni a una velocità di 2,5 cm/s; successivamente sono stati acquisiti gli spettri di altri 170 frutti con una velocità di lavoro superiore del 40% (3,5 cm/s). Sono state svolte anche delle prove per verificare la stabilità degli spettri acquisiti in movimento (velocità di 2,5 cm/s) e delle prove per valutare la ripetibilità della stima in misure replicate. I risultati ottenuti hanno evidenziato la stabilità del segnale registrato su tutto l’intervallo spettrale, fornendo stime costanti di grado zuccherino per un medesimo campione con uno scarto dal valore medio inferiore al 2% in circa il 90% delle stime replicate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 - Introduzione Capitolo 1 Introduzione 1.1 Il concetto di qualità 1.1.1 Cosa si intende per ‘qualità’ “Tutti cercano la qualità degli alimenti: mele e pere senza antiparassitari, carni non trattate con nitrito, formaggi senza additivi amari e bevande senza coloranti, alimenti dai gusti ‘antichi’. Ma allora, che cos’è questa qualità? Un traguardo mai raggiunto, o una serie di miglioramenti che ti assicurano che non solo l’aspetto dell’alimento è invitante, ma anche la sua composizione è tale da soddisfare ogni esigenza nutritiva.” Questo è quanto sosteneva J. L. Multon, direttore del laboratorio di Stoccaggio e Conservazione Alimentari I.N.R.A. di Nantes, nel 1985. A quasi vent’anni di distanza le sue parole risultano più che mai attuali. Negli ultimi anni, infatti, si è verificato all’interno del settore agroalimentare un progressivo interesse verso la qualità, spinto dall’attenzione sempre maggiore che il consumatore manifesta nei confronti della propria alimentazione. Attenzione che porta a scegliere i prodotti anche sulla base di considerazioni nutrizionali e salutistiche e non solo rifacendosi a criteri edonistici ed economici. La divulgazione scientifica inoltre ha reso noto a fasce sempre più ampie di popolazione il ruolo fondamentale di una sana alimentazione nella prevenzione di malattie cronico- degenerative [10] . Questi mutamenti di tipo socio-economico hanno influenzato il mercato e accresciuto fra le imprese la consapevolezza che la qualità costituisce un fattore determinante per aumentare le potenzialità di successo in un mercato sempre più concorrenziale [11] . 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi non distruttiva
analisi statistica
chemiometria
frutta
mele
nir
pls
selezione
spettroscopia
vis-nir

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi