Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La motivazione nelle politiche aziendali. Il caso: Getrag SpA

Con questo lavoro di tesi ho voluto approfondire il tema della motivazione del personale. Mi sono chiesta quanto una persona, operaio, impiegato, quadro, dirigente che sia, fosse motivata a lavorare bene dal denaro. Quanto oggi lo stipendio influisce sul benessere di un uomo, oggi che vivviamo nel mondo della precarietà?

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Quando ho cominciato a pensare alla mia tesi di laurea non ho fatto fatica a sceglierne l’argomento. Dovendo conseguire al termine del mio corso di studi una qualifica di esperto di formazione, mi sono chiesta quanto effettivamente mi sentissi “esperta”. In realtà “esperta” non mi sento affatto, ma lo dico sottovoce! Piuttosto è maturata in me la convinzione forte di voler sapere, conoscere e approfondire sempre di più. Così mi sono orientata verso qualcosa che avesse sicuramente la formazione come contesto generale, ma cercavo un tema che ben si inserisse in un altro contesto importante, quello che corrisponde non più alla teoria, bensì alla pratica: quello lavorativo. Ho voluto verificare con i miei occhi come praticamente la formazione si estrinseca in un contesto lavorativo quale quello aziendale, per esempio. Il mio lavoro di tesi è suddiviso in due parti. Nella prima parte ho approfondito il concetto di sistema organizzativo e rese ben note le forze rilevanti di ordine esterno che producono dinamiche economiche, competitive, tecnologiche, socio-politiche, quando il sistema organizzativo, considerato come parte essenziale di un’azienda, viene considerato in rapporto con un contesto ambientale. Segue un’ampia riflessione sul capitale umano. Le grandi trasformazioni, economiche soprattutto, richiedono nuove strategie e strutture organizzative, oltre a rinnovate competenze tecnico- professionali e manageriali. Il quadro che ne deriva rivela che le persone e le organizzazioni dovranno affrontare e gestire nuovi e continui cambiamenti, più sfide e meno certezze. Un ambiente di questo tipo, con fattori instabili, dinamici e turbolenti, richiede dunque capacità innovative, di governo dell’innovazione e competenze di problem solving a livello diffuso. In questo senso, il varo di nuove strutture organizzative rappresenta lo start up di necessarie e più ampie

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Pasqua Pugliese Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3810 click dal 22/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.