Skip to content

Viandante sul mare di nebbia: life skills per la promozione del benessere in RSA

Informazioni tesi

  Autore: Paola Delprato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Paride Braibanti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

Al giorno d'oggi in Italia la tematica dell'anzianità sembra divenire sempre più centrale in ambito medico-assistenziale, ma molte volte ci si dimentica del fatto che gli anziani sono persone portatrici di bisogni e desideri psicologici e sociali di importante rilevanza.
Le demenze e i problemi fisici che portano alla non-autosufficienza non bastano per spiegare la poca attenzione che a volte si pone alle sfere intima e relazionale delle persone inserite in Residenze Sanitario Assistenziali (RSA).
Il mio elaborato è nato dall'esperienza lavorativa svolta presso una grande RSA di Bergamo. Ho toccato tematiche quali: la dimensione organizzativa-istituzionale, le visoni attorno alla malattia e alla cura, la persona anziana, l'animazione, la comunicazione, la famiglia. Ho inoltre proposto un modello pratico per individuare i bisogni/desideri dell'anziano, riportando un esempio pratico di ricerca qualitativa su un'intervista.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. INTRODUZIONE Dalle statistiche Istat risulta che la popolazione italiana sta invecchiando, e inoltre i risultati del censimento dell’anno 2003 mostrano un saldo naturale negativo, in Italia come in Lombardia, il che significa che le nascite sono in diminuzione. La lunghezza media della vita è 77,5 anni e la popolazione ultrasessantacinquenne rappresenta il 18 percento della popolazione. Per il 2030 si prevede che il 27 percento della popolazione avrà più di 65 anni. 1 Sul territorio bergamasco sono presenti poco più di 80 strutture che offrono differenti servizi per anziani non-autosufficienti, dalla Casa di Riposo al Centro Diurno dove l’anziano viene assistito durante il giorno, ma per il resto della giornata vive ancora presso la propria famiglia. In queste istituzioni l’anziano viene portato nella maggioranza dei casi per trascorrere i suoi ultimi mesi o anni di vita, lontano dal proprio contesto sociale di provenienza ed estraniato dalla società che fino a poco tempo prima lo aveva accolto come cittadino attivo. Queste strutture nascono per rispondere alle esigenze di anziani soli e delle famiglie, che stanno cambiando radicalmente: al giorno d’oggi si ha “la presenza di aggregati famigliari domestici sempre più ristetti e […] l’aumento delle famiglie monoparentali consiste nella maggiore riluttanza da parte dei figli adulti a vivere con i propri genitori e viceversa” 2 . Se un tempo la tendenza era quella di accudire la madre o il padre tenendoli all’interno del nucleo famigliare, al giorno d’oggi la maggioranza propende a cercare soluzioni alternative che vanno dall’assistenza domiciliare, tramite l’assunzione di una badante, all’inserimento del parente in un’istituzione che provveda alla sua cura. “Nella società contadina, patriarcale, l’anziano era l’autorità, la saggezza, la giustizia, il modello dal quale tutti dovevano dipendere e che garantiva una forte stabilità familiare. Oggi l’industrializzazione e la modernizzazione hanno separato i nuclei familiari; gli anziani […] spesso si trovano a dipendere totalmente da chi si può occupare di loro. Le città si sono sviluppate sempre più, rendendosi anche meno sicure e meno a misura delle persone più anziane, e l’invecchiamento è passato da essere considerato un’aggiunta di senso e una conquista, a divenire un “problema sociale”” 3 . 1 Istat, Annuario statistico italiano Istat, 2002 2 GOODY Jack, La famiglia nella storia europea, Laterza, Bari, 2000 p. 281 3 AA.VV., Dare vita agli anni, Mc Graw Hill, Milano, 2003 pp. 52-53

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi