Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

A onor del vero. Pitigrilli: scrittore anti sublime. Viaggio nella vita e nelle opere di un autore controverso

Pitigrilli

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questa ricerca ha come obiettivo di riconsiderare il valore di Pitigrilli nei confronti della tradizione letteraria italiana del Novecento, principalmente attraverso un’analisi attenta dei cinque libri scritti dal nostro autore tra il 1920 e il 1925: Mammiferi di lusso, La cintura di castità, Cocaina, Oltraggio al pudore, La vergine a 18 carati 1 . Si tratta delle opere a suo tempo più lette, conosciute, discusse, censurate, e più significative per individuare, a posteriori, l’originalità stilistica e tematica del «primo» Pitigrilli, fondamentali per proporre una corretta interpretazione della particolarità dello scrittore torinese. Riteniamo siano da considerarsi come l’esempio più fecondo e originale dell’esperienza pitigrilliana, e contemporaneamente anche il più controverso. Lo dimostra la decisione dell’autore di vietarne ogni ristampa, in seguito alla celeberrima conversione alla religione cattolica. Furono escluse da questa sorta di fatwa L’esperimento di Pott, e le opere degli anni ’30, I vegetariani dell’amore e Dolicocefala Bionda, che di fatto corrispondono ad un mutamento sostanziale, sia in termini di stile che di contenuti, differenziandosi di molto dal Pitigrilli «trasgressivo» dei primi anni. Prima di proseguire è necessaria una considerazione sul metodo che si è scelto nell’esporre i dati scoperti e raccolti; come si evince dall’indice, la ricerca si è concentrata su tre diversi aspetti. La biografia, un affresco del panorama storico culturale in cui si è mosso l’autore, e l’analisi dell’opera letteraria in sé. Questo avrebbe dovuto essere l’ordine originario in cui affrontare gli argomenti: l’indice invece ha subito un ribaltamento, per così dire, 1 Dino Segre, in arte Pitigrilli, nasce a Torino nel 1893 e ivi vi muore nel 1975. Di padre ebraico e di madre cattolica – entrambi di famiglia agiata – viene da lei battezzato in giovane età contro il volere della famiglia del marito. Sostanzialmente ateo, Dino Segre cresce educandosi nello scetticismo. Ancora molto giovane, diviene giornalista e pubblica nel quinquennio 1920-1925 una serie di libri che gli daranno fama e ricchezza; sarà un protagonista della vita culturale del ventennio 1920-1940.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Mattia Bernardo Bagnoli Contatta »

Composta da 299 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2324 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.