Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Adolescenti allontanati dalla famiglia: tra disagio e capacità di ''resilienza''

Il lavoro tratta il disagio psicosociale rivolgendo particolare attenzione agli adolescenti che vivono in comunità educative a causa di situazioni problematiche nei loro nuclei familiari.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione ------------------------------------------------------------------------------------------------------ INTRODUZIONE Il presente lavoro prende avvio da un progetto di studio e di ricerca inerente il tema della competenza sociale degli adolescenti che vivono fuori dalla famiglia di origine. Tale studio ha analizzato la dinamica sottesa allo sviluppo delle capacità sociali, emozionali e cognitive e ha proceduto ad un’indagine esplorativa delle diverse dimensioni che si riferiscono alla competenza sociale, rivolta agli adolescenti ospiti di un istituto educativo. Il mio interesse si è orientato all’approfondimento di alcuni aspetti che attengono alla competenza sociale, in particolare le relazioni interpersonali e la gestione delle emozioni, ed è frutto di riflessioni scaturite dalla lettura di alcune ricerche che si sono occupate degli effetti dell’ambiente relazionale sullo sviluppo degli individui. Sono numerose quelle che hanno dimostrato come le relazioni familiari caratterizzate dalla presenza di supporto e di coinvolgimento abbiano come effetto un buon adattamento psicosociale dell’adolescente che si manifesta tramite la presenza di relazioni positive con i pari, una maggiore capacità di gestire le proprie emozioni ed un livello più alto di autostima, realizzando in definitiva quello che Bowlby definisce un attaccamento sicuro. La teoria dell’attaccamento, che verrà descritta nel primo capitolo, enfatizza, infatti, l’importanza di un contesto di accudimento adeguato e sintonizzato rispetto al bambino per lo sviluppo affettivo-relazionale nell’infanzia e per la costruzione della consapevolezza interiorizzata di poter disporre di risorse affettive in caso di bisogno, soprattutto quando il bambino ormai adolescente si troverà a mettere in discussione gli equilibri precedentemente raggiunti. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Manuela Bencini Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10288 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.