Skip to content

Primo contributo sullo studio delle comunità animali presenti nelle pozze di scogliera del golfo di Napoli

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Iengo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Naturali
  Relatore: Pietro Battaglini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

Tra i vari ambienti marini che possono essere presenti nel Golfo di Napoli
vi sono le pozze di scogliera o “ rock pools ” (fig. 1), questi ambienti presentano caratteristiche ambientali, floristiche e faunistiche particolari, infatti nelle pozze l’acqua marina arriva solo per effetto delle maree e del moto ondoso. Le condizioni abiotiche come la salinità, il pH e la temperatura variano in modo considerevole ( Peyler 1957, Ghilarov 1967 ed altri). La fauna presente nelle pozze di scogliera è costituita da specie che si possono considerare di passaggio tra l’ambiente marino e quello terreste. Sono forme specializzate, poiché hanno sviluppato particolari adattamenti che permettono loro di vivere alle repentine variazioni chimico – fisiche dell’ambiente.
Tutte queste caratteristiche fanno delle pozze di scogliera un ambiente di notevole importanza ecologica, inoltre questi ambienti sono i primi tra quelli marini ad essere influenzati dall’ antropizzazione e quindi subire notevoli alterazioni (inquinamento).
Le pozze prese in esame sono distribuite lungo il Golfo di Napoli.
Si è studiata la loro composizione faunistica sia sotto un’inquadratura spazio-temporale che al grado di antropizzazione.
Ci sono molti punti da dover prendere in considerazione per lo studio di queste pozze: la geomorfologia, l’idrodinamismo, l’antropizzazione, la localizzazione, le comunità faunistiche , l’assetto ecologico e come ultimo punto, il confronto tra le comunità faunistiche delle stazioni di campionamento studiate. Le pozze di scoglira del Golfo di Napoli nelle varie sfaccettature su esposte sono state illustrate da un precedente lavoro (Battaglini et al. 1980).
L’intento di questa tesi è di confrontare e valutare come le pozze siano mutate nel tempo, dopo circa 20 anni.
I dati che riportiamo sono sui fattori che portano a classificare le pozze e a descriverle,in riferimento ai valori abiotici e biotici che sono stati raccolti nei campionamenti da noi effettuati. La prima parte della tesi verterà sulla descrizione e sulla localizzazione delle pozze in funzione della geomorfologia del territorio, e dal tasso d' antropizzazione dello stesso.
Altro punto importante è quello riferito ai movimenti delle acque relativo correnti e ai nutrienti da queste portati in relazione all’andamento della linea di costa che descrive il Golfo di Napoli. Altro punto da tenere in considerazione prima della descrizione del lavoro effettuato è la metodologia e l’attrezzatura da noi utilizzata, per le analisi abiotiche e per la raccolta della fauna delle pozze.
Caratteristiche delle pozze di scogliera
Ci sono pozze che sono sempre coperte dal mare, sono quelle in cui la marea muta poco, queste pozze non hanno variazioni molto evidenti per quanto riguarda la fauna, la salinità e la temperatura. Ci sono pozze in cui la marea è più relativa, in queste le variazioni delle condizioni sopra descritte sono più evidenti poiché il ritiro della marea fa si che la pozza diventi una sorta di acquario naturale. Ovviamente queste condizioni dipendono dalla grandezza e dalla profondità delle pozze stesse, difatti le pozze più grandi da noi campionate sono quelle che presentano il numero maggiore di taxa. Ma questo non vieta che pozze di piccole dimensioni non abbiano particolarità che permettono a determinati taxa di sopravvivere e possono essere considerate verosimilmente molto interessanti per il nostro studio.
Nell’arco della giornata l’acqua delle pozze viene riscaldata, mentre durante la notte queste diventano fredde. Ma durante il giorno non tutta l’acqua (almeno per quanto riguarda pozze di grandi dimensioni è più profonde), tende a riscaldarsi, di fatti solo lo strato superficiale si riscalda mentre la parte sottostante tende a rimanere più fredda, creando cosi un termoclino che migliora la biodiversità (www.seafriends.org.nz).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Tra i vari ambienti marini che possono essere presenti nel Golfo di Napoli vi sono le pozze di scogliera o “ rock pools ” (fig. 1), questi ambienti presentano caratteristiche ambientali, floristiche e faunistiche particolari, infatti nelle pozze l’acqua marina arriva solo per effetto delle maree e del motoaondoso. Fig. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ecotossicologia
golfo di napoli
monitoraggio ambientale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi