Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi dei media generalisti e i nuovi sentieri della pubblicità

La comunicazione, specialmente negli ultimi anni, sta subendo consistenti cambiamenti, soprattutto una volta iniziata l’invasione dei new media, in particolare di Internet. Il fenomeno scaturito di maggiore rilevanza è la crisi in cui i mezzi d’informazione, intrattenimento e promozione, tradizionali sono caduti, con le relative conseguenze. Proprio questa tematica è il fulcro del mio lavoro, che inizia con un’analisi delle cause e del contesto storico-sociale nel quale si situa tale decadenza, dovuta soprattutto alla programmazione proposta: standardizzata, di bassa qualità e per nulla aperta all’innovazione. Il secondo capitolo è incentrato su una minuziosa descrizione, fatta di interrogativi, confronti, valutazioni approfondite e famose teorie, inerente ai nuovi ritrovati, impostati su canali interattivi e personalizzati. Il lavoro prosegue con lo studio della pubblicità, della sua storia, del suo linguaggio, della sua grande influenza, del suo ruolo economico, della sua evoluzione, sia all’interno dei mezzi generalisti di massa che delle forme moderne. Lo spazio più grande è stato dedicato alla promozione su Internet, tassello ormai indispensabile per il successo di ogni campagna che può restare attiva 24 ore su 24 senza essere sottoposta a limiti di spazio. I siti, i link, i banner, la direct mail, i mondi virtuali, sono descritti nelle loro più precise caratteristiche, qualità, difetti, opportunità, come il continuo controllo sui risultati, sul perseguimento degli obiettivi e delle linee di direzione scelte. Infine sono riportati quattro casi-studio aziendali approfonditi attraverso le loro singolari storie, politiche di mercato e numeri, tutti di grandissimo rilievo: Fastweb, Alitalia, Mini BMW e Ducati. Lo studio di queste realtà così diverse le une dalle altre si è mostrato indispensabile per verificare e guardare con nuova e più interessante luce l’intero scritto.


Mostra/Nascondi contenuto.
La crisi dei media generalisti e i nuovi sentieri della pubblicità 5 INTRODUZIONE Già da alcuni anni i fenomeni correlati alle veloci innovazioni della tecnologia stanno sottoponendo la comunicazione ad un brusco stravolgimento, sia per quanto riguarda i suoi riferimenti tradizionali culturali, sia quelli di mercato. Primo fra tutti la diffusione dei new media, in particolare di Internet, e dei nuovi strumenti di marketing legati alle tecnologie elettroniche, ai satelliti, alle reti informatiche. Tra i più sensibili e visibili cambiamenti che l’avvento di questa nuova realtà ha prodotto, vanno certamente annoverate le abitudini della gente, l’immaginario comune, l’approccio alle nuove sfide della globalizzazione e, non meno importanti per i risvolti che presentano sul lato sociologico ed economico, le conseguenze determinate dalla profonda crisi in cui i mezzi di comunicazione generalisti sono caduti. Tale fenomeno, in risposta al quale è sopraggiunto prepotentemente l’avvento dei new media insieme ai nuovi percorsi e forme della pubblicità, rappresentano il fulcro di questo lavoro. Il contenuto, organizzato in capitoli, parte da un’analisi delle cause e del contesto storico-sociale nel quale si situano le gravi difficoltà dei mezzi generalisti, per proseguire con l’osservazione dei new media, lo studio del fenomeno pubblicitario e la verifica concreta attraverso casi- studio dei concetti precedentemente sostenuti. Il punto d’inizio è rappresentato dunque dall’esame dei mass media, della loro storia e dei loro prodotti standardizzati, di bassa qualità, per nulla aperti all’innovazione, non più favorevolmente accolti dal pubblico. Lo studio di questo contesto ha determinato l’individuazione dei rapporti comunicativi che televisione, radio, stampa, cinema e affissione, instaurano: trasmissivo, gerarchico, informazionale, unidirezionale.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Claudia Pellicori Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4687 click dal 12/04/2005.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.