Skip to content

Il consumo della radio: il caso Radio Deejay.

Informazioni tesi

  Autore: Giovanna Labati
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Relazioni pubbliche e pubblicità
  Relatore: Vanni Codeluppi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

Innovazione e sperimentazione sono le due strade che la radio ha iniziato a percorrere negli ultimi anni; si è riscoperta una radio medium di primo piano su più fronti, e ciò ha portato alcune realtà radiofoniche a seguire percorsi diversi, più o meno creativi, per conquistare la ribalta. Radio Deejay, ad esempio, ha scelto una forma di comunicazione che mescola il linguaggio parlato, la musica e la pubblicità.
Obiettivo di questa ricerca è scoprire in quali termini si può parlare di Radio Deejay come emittente diversa e innovativa, in cosa consiste l’esemplarità della sua comunicazione, quale percorso ha condotto la radio ad assumere la fisionomia che oggi la caratterizza.
Evidenziando man mano quali sono i punti di tangenza e quali, invece, quelli in cui Radio Deejay sembra distanziarsi dalle altre emittenti e, più in generale, dal modo di fare radio oggi in Italia.
Di tutto questo diranno, o tenteranno di dire, i quattro capitoli che seguono.
Il primo capitolo intende dare un inquadramento teorico alla trattazione e delineare un quadro di come si presenta oggi la radio nel nostro paese. Saranno analizzati, in breve, i motivi che hanno portato la radio a riconquistare un ruolo di primaria importanza nel panorama dei mass media; per arrivare, poi, a considerare la radio del nuovo millennio: dalla struttura organizzativa ai formati, non tralasciando gli
aspetti economici. L’attenzione si sofferma immediatamente sulla facilità con cui il mezzo radiofonico riesce ad assorbire, facendoli propri, gli ultimi ritrovati tecnologici e sulla naturale predisposizione all’incontro e all’integrazione con gli altri media, la tv (soprattutto, via cavo) e il PC. Proprio la prospettiva di una radio sempre più all’avanguardia e in continuo dialogo con gli altri mezzi, fa sì che lo sguardo si rivolga senza indugio all’esempio di Radio Deejay.
Il secondo capitolo introduce all’essenza dell’emittente: tratta delle strade che ha scelto di intraprendere, dei tragitti che per questo si è trovata a percorrere, lungo i quali è entrata a contatto con eventi, che inevitabilmente, l’hanno trasformata. Si parla, quindi, della storia della radio, di vicende, ma anche di personaggi. Di tutti coloro che hanno lavorato a Radio Deejay, come conduttori, direttori artistici, editori; ciascuno dei quali ha lasciato un segno, una traccia della propria personalità che oggi si può ritrovare nel modo di essere dell’emittente.
Un approccio più tecnico contraddistingue il terzo capitolo, il quale illustra la strategia di marketing della radio, il cui nodo centrale sta nella politica di marca, o di brand, lanciata da Cecchetto, e poi negli anni arricchita e potenziata. La dimostrazione che il brand Deejay tende sempre più ad imporsi, è dato sul piano visuale da un logotipo che si accresce per dimensioni, tende ad intensificare la sua presenza nel tempo e nello spazio, per essere protagonista. Si considera poi il posizionamento che Radio Deejay ha conquistato nel mercato rispetto alle concorrenti sulla base delle sue scelte musicali e del target di riferimento; proprio agli ascoltatori ci si rivolge per capire come l’identità di Deejay arriva al pubblico. L’immagine percepita viene valutata qualitativamente, considerando le associazioni e sensazioni che la radio è in grado di suscitare negli ascoltatori, e quantitativamente, guardando ai dati di ascolto e di fedeltà, i migliori indicatori del gradimento che una radio può avere. Vengono inoltre presentati i dati d’ascolto degli ultimi anni, per dimostrare come, anche in termini numerici, la strategia attuata da Radio Deejay sia vincente. In particolare questo capitolo propone un approccio statistico al fenomeno, evidenziando le variazioni del trend d’ascolto in corrispondenza di eventi cruciali nella storia della radio.
Il quarto capitolo è un tuffo nella comunicazione Deejay. Si chiarisce innanzi tutto il motivo per cui si è preferita l’aggettivazione polimediale invece di multimediale; per poi passare a considerare nel dettaglio le varie forme di comunicazione. Da ciò che si comunica tramite Deejay, cioè le inserzioni pubblicitarie che la radio o la tv (Deejay TV) ospitano, alle forme di auto-promozione. Il modo attraverso cui il brand Deejay comunica con l’esterno è analizzato prendendo in esame ciascun canale: la discografia, la stampa, le affissioni, la tv satellitare, Internet, gli eventi. Una distinzione tra i diversi mezzi, risulta funzionale a fini di questa trattazione, in quanto contribuisce alla chiarezza dell’esposizione, anche se non corrisponde propriamente alla realtà della comunicazione di Radio Deejay, dove i mezzi si incontrano, si sovrappongono, rimandando gli uni agli altri (per questo, si parla di comunicazione polimediale). Tutti i veicoli si uniscono in modo tale che l’immagine Deejay sia presente con sempre maggiore frequenza nella vita degli individui, moltiplicando le occasioni di contatto con il pubblico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Innovazione e sperimentazione sono le due strade che la radio ha iniziato a percorrere negli ultimi anni; si è riscoperta una radio medium di primo piano su più fronti, e ciò ha portato alcune realtà radiofoniche a seguire percorsi diversi, più o meno creativi, per conquistare la ribalta. Radio Deejay, ad esempio, ha scelto una forma di comunicazione che mescola il linguaggio parlato, la musica e la pubblicità. Obiettivo di questa ricerca è scoprire in quali termini si può parlare di Radio Deejay come emittente diversa e innovativa, in cosa consiste l’esemplarità della sua comunicazione, quale percorso ha condotto la radio ad assumere la fisionomia che oggi la caratterizza. Evidenziando man mano quali sono i punti di tangenza e quali, invece, quelli in cui Radio Deejay sembra distanziarsi dalle altre emittenti e, più in generale, dal modo di fare radio oggi in Italia. Di tutto questo diranno, o tenteranno di dire, i quattro capitoli che seguono. Il primo capitolo intende dare un inquadramento teorico alla trattazione e delineare un quadro di come si presenta oggi la radio nel nostro paese. Saranno analizzati, in breve, i motivi che hanno portato la radio a riconquistare un ruolo di primaria importanza nel panorama dei mass media; per arrivare, poi, a considerare la radio del nuovo millennio: dalla struttura organizzativa ai formati, non tralasciando gli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

deejay
radio
radiofonica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi