Skip to content

Studio preliminare della microzonazione sismica del comune di Pozzuoli

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Esposito
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze geologiche
  Relatore: Concettina Nunziata
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

La microzonazione sismica mira a mitigare gli effetti dei terremoti che possono verificarsi in un’area. Scopo della microzonazione è quindi quello di individuare aree a comportamento omogeneo sotto il profilo della risposta sismica locale.
La normativa sismica D.L. 112/98, non ancora entrata in vigore, ha infatti diviso in cinque diverse categorie di profilo stratigrafico, i terreni che compongono i primi 30 m. Gli obiettivi sono quelli di fornire alle amministrazioni locali gli strumenti per operare un’adeguata messa in sicurezza delle zone più a rischio e, la costruzione o ricostruzione, in sicurezza degli edifici.
Lo scopo di questo lavoro di tesi è stato quello di effettuare uno studio preliminare della microzonazione sismica del Comune di Pozzuoli, zona centro, effettuando il calcolo sia della funzione di amplificazione della sola copertura dei terreni, in assenza di terremoto, e sia della Vs30 come cita il D.L. 112/98.
La città di Pozzuoli presenta una disomogeneità marcata dovuta alla morfologia e alla natura dei terreni, di origine vulcanica. Essa è caratterizzata dalla presenza del vulcano Solfatara, del terrazzo della Starza, del Rione Terra, del vulcano La Pietra e del duomo lavico di Monte Olibano.
Le prove che sono state eseguite sul territorio di Pozzuoli sono, principalmente, di due tipi: sismica a rifrazione e down-hole. I dati su cui si è operato, sono stati forniti dalla relazione geologica allegata al piano regolatore generale del Comune di Pozzuoli (1987). Le prove down-hole, però non presentano in allegato le stratigrafie, ma vengono descritti i litotipi presenti nella relazione geologica. Quindi, non avendo a disposizione delle stratigrafie, è stato effettuato un lavoro di ricerca per poter comparare i risultati delle prove down-hole con alcune stratigrafie eseguite nell’area flegrea e studiate da de Vita et al. (1999). Tra queste sono state scelte due stratigrafie, la 51 e la 52 (de Vita et al., 1999), per la loro vicinanza all’ubicazione delle prove down-hole effettuate. Il sondaggio 51, partendo dall’alto, è caratterizzato da uno strato di 7 m di depositi rimaneggiati, altri 15 m di prodotti della successione di Astroni, 3 m costituiti dalla successione di Agnano e 4 m da quella di monte Sant’Angelo poggianti su di un basamento costituito da prodotti dell’eruzione del vulcano Rione Terra. Il sondaggio 52, invece, sempre partendo dall’alto, è formato da 9 m di depositi rimaneggiati, 13 di prodotti di Astroni, 5 m di sedimenti marini poggianti sui prodotti del vulcano Rione Terra.
Questo lavoro, così svolto, oltre a non dare la possibilità di poter utilizzare tutte le prove in pozzo che sono state eseguite sul territorio, non ha dato, purtroppo, la possibilità di avere una corrispondenza certa tra i due tipi di fonte, ciò dovuto proprio all’eterogeneità dei materiali che costituiscono il sottosuolo puteolano.
Per l’attribuzione delle velocità Vs si è preferito considerare i profili di Vs ottenuti dalle prove down-hole. Le successioni che sono state prese in esame sono quindi: Astroni, Agnano Monte Spina, Monte Sant’Angelo e il vulcano Rione Terra, di cui si conosce la descrizione litologica dalla letteratura.
Le velocità delle onde di taglio attribuite ad alcuni litotipi, sono state ricavate dalla letteratura (Nunziata et al., 2004), in quanto alcuni down-hole riportano solo le velocità Vp, e investigano solo 22 m di profondità al massimo.
La funzione d’amplificazione è stata realizzata attraverso il programma, che calcola l’amplificazione attraverso una colonna sismo-stratigrafica, considerando la propagazione verticale delle onde di taglio, in una struttura a strati piani paralleli. La funzione di amplificazione calcolata, tiene conto dei parametri legati alle caratteristiche litologiche, sismostratigrafiche e topografiche che possono modificare le caratteristiche dell’onda sismica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Un evento tellurico in una regione genera un cambiamento delle condizioni al contorno, cambiamento indotto dalla propagazione di onde sismiche attraverso il terreno. Le onde sismiche, in questo modo, propagandosi soprattutto nello strato più superficiale della crosta terrestre, subiscono riflessioni e rifrazioni causate dalle eterogeneità della crosta stessa, arricchendo così un ipotetico segnale registrato da un sismografo. Per questo motivo anche gli effetti che si manifestano, di tali fenomeni, sono differenti da luogo a luogo in quanto modificano le caratteristiche del terreno interessato dal sisma. Queste alterazioni possono limitarsi a semplici variazioni delle caratteristiche visco – elastiche dei materiali, oppure possono dare luogo a stress che possono portare al collasso di edifici. I danni provocati a questi e più in generale alle opere di origine antropica, da tali eventi, sono di conseguenza legati ai fattori che compongono la definizione di rischio. Il rischio è infatti il prodotto tra pericolosità e vulnerabilità, dove per pericolosità si intende la possibilità che un dato evento si verifichi in una determinata area in un delimitato lasso di tempo, mentre per vulnerabilità si intende la predisposizione da parte di persone, beni o attività a subire danni o modificazioni a causa del verificarsi dell’evento. Per questo motivo è utile fare un’analisi dettagliata della zona in cui si effettua lo studio, che nel nostro caso è atto a valutare gli effetti di sito prodotti da un terremoto, in altri termini bisogna effettuare una microzonazione sismica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

3274
ignimbrite campana
microzonazione
normativa
pozzuoli
sismica
tufo giallo napoletano
vs 30
zonazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi