Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Parchi e riserve naturali tra Stato e Regioni

Con ricorso depositato in cancelleria il 16 gennaio 1992, la Provincia autonoma di Bolzano ha promosso un giudizio di legittimità costituzionale nei confronti della legge 6 dicembre 1991 n. 394 (legge quadro sulle aree protette) .
La ricorrente ha affermato che tale legge si pone in contrasto con le disposizioni dello statuto speciale del Trentino Alto Adige e con le relative norme di attuazione, le quali attribuiscono ad essa potestà legislative di carattere esclusivo in materie come urbanistica, agricoltura e foreste, caccia e pesca, turismo, e con le norme di attuazione contenute nel d.P.R. n. 526 del 1987, con cui sono state recepite le previsioni dell’art. 83 del d.P.R. n. 616 del 1977, le quali attuano il trasferimento alle Regioni delle funzioni amministrative relative agli interventi per la protezione della natura, le riserve ed i parchi naturali.
In sostanza, la Provincia autonoma di Bolzano sosteneva che la legge n. 394 contrastasse con tutto l’impianto dell’autonomia differenziata in materia di protezione della natura.
La Corte si è pronunciata su tale ricorso con la sentenza 27 luglio 1992 n. 366.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Con ricorso depositato in cancelleria il 16 gennaio 1992, la Provincia autonoma di Bolzano ha promosso un giudizio di legittimità costituzionale nei confronti della legge 6 dicembre 1991 n. 394 (legge quadro sulle aree protette) 1 . La ricorrente ha affermato che tale legge si pone in contrasto con le disposizioni dello statuto speciale del Trentino Alto Adige e con le relative norme di attuazione, le quali attribuiscono ad essa potestà legislative di carattere esclusivo in materie come urbanistica, agricoltura e foreste, caccia e pesca, turismo, e con le norme di attuazione contenute nel d.P.R. n. 526 del 1987, con cui sono state recepite le previsioni dell’art. 83 del d.P.R. n. 616 del 1977, le quali attuano il trasferimento alle Regioni delle funzioni amministrative relative agli interventi per la protezione della natura, le riserve ed i parchi naturali. In sostanza, la Provincia autonoma di Bolzano sosteneva che la legge n. 394 contrastasse con tutto l’impianto dell’autonomia differenziata in materia di protezione della natura. La Corte si è pronunciata su tale ricorso con la sentenza 27 luglio 1992 n. 366. 1 La legge è pubblicata in Suppl. ord. G.U. n. 292 del 13 dicembre 1991.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Sara Sileoni Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1881 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.