Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le figure femminili nel ''ciclo dei segreti di Milano'' di Giovanni Testori

Questa tesi mette le figure femminili a confronto nei 3 scritti più importanti del "ciclo dei segreti di Milano": il ponte della Ghisolfa, la Gilda del Mc Mahon, Il Fabbricone

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Nella sterminata ed eterogenea produzione testoriana, abbiamo scelto di focalizzare la nostra attenzione su un particolare gruppo di opere: i tre scritti narrativi facenti parte del cosiddetto ciclo de “I segreti di Milano”, Il Ponte della Ghisolfa (1958), La Gilda del Mac Mahon (1959) e Il fabbricone (1961). Di questo ciclo fanno parte anche due opere teatrali composte nei medesimi anni, La Maria Brasca(1960) e L’Arialda (1961). Per quanto riguarda “Nebbia al Giambellino”, si tratta di un’opera alla quale Testori iniziò a lavorare tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60, ma che non fu mai pubblicata dall’autore (è stata pubblicata soltanto dopo la sua morte, nel 1995): l’importanza del ritrovamento del dattiloscritto con le correzioni autografe è notevole nel quadro di tutta la produzione testoriana, proprio perché il libro chiude idealmente il ciclo dei “segreti”. L’aspetto su cui ci soffermeremo è l’analisi dei personaggi femminili presenti in queste opere.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Claire Maggiorani Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1603 click dal 26/04/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.