Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

“Isomorfismo ed adattamento organizzativo; l’applicazione alla popolazione d’alberghi della Val Badia e del Bacino Termale Euganeo”.

La tesi è volta a confrontare le realtà turistico alberghiere del Bacino Termale euganeo e della Val Badia. Si parte dalla dimostrazione del fatto che in entrambi i casi si è di fronte alla presenza di popolazioni organizzative, che per le carratteristiche insite in tale concetto dovrebbero garantire ad entrambe le popolazioni una situazione positiva. Così non è per il BacinoTermale, la seconda parte della tesi è basata sul confronto attraverso i medesimi indicatori della situazione delle strutture ricettive e non. Dall'analisi degli indicatori ho scoperto che il periodo di nascita dei due bacini risulta diverso e dal periodo costitutivo risulta nascere il problema del Bacino Termale a rimanere al passo con i tempi. Ma non solo, la realtà turistica della Val Badia basa la sua attività prettamente sulla qualità piuttosto che sulla quantità e anche questo gioca a suo favore. Soluzione ottimale per il Bacino termale potrebbe essere una riorganizzazione interna, creando un unico polo turistico (montano, marittimo, termale), una versione imprenditoriale del turismo. Cosa che già avviene nella Provincia autonoma di Bolzano.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA L’osservazione dei rilevanti fenomeni di cambiamento che nel tempo hanno caratterizzato lo sviluppo storico delle imprese turistico-alberghiere, e dei profondi cambiamenti e mutamenti riscontrati nella loro evoluzione fa emergere un quadro d’estremo interesse delle logiche competitive e d’evoluzione del settore ricettivo della Val Badia e del Bacino Termale Euganeo. L’attenzione per le imprese alberghiere della Val Badia e del Bacino Termale, quali oggetti d’indagine del presente lavoro si giustifica alla luce dell’ampia varietà che caratterizza la composizione demografica degli alberghi presenti sulle aree prese in esame, tra i quali si rileva la presenza d’organizzazioni alberghiere giovanili, di recente costituzione, ma soprattutto d’alberghi cosiddetti storici, -con oltre mezzo secolo di vita per quanto riguarda il Bacino Termale, di più recente costituzione (intorno ai 40 anni) per quanto riguarda la Val Badia-, che nel corso degli anni della loro esistenza hanno saputo conservare e valorizzare un’immagine di sé nel mondo molto prestigiosa. Scopo del presente lavoro è l’analisi degli svolgimenti evolutivi delle organizzazioni appartenenti alla popolazione d’alberghi della Val Badia e delle Terme Euganee, in un periodo che va oltre il mezzo secolo. Lo studio si articola in due fasi, di cui la prima si dimostra più orientata all’esposizione d’ipotesi teoriche consolidate, mentre la seconda persegue finalità esplorative di un campo d’indagine ancora poco analizzato. Nella prima fase, in particolare, s’intende esaminare l’impatto che la competizione localizzata ha avuto sul tasso di fallimento riscontrato nella popolazione d’alberghi nel periodo compreso tra il 1950 ed il 2003. Lo studio da me effettuato segue per l’appunto l’approccio della population ecology (Hannan e Freeman 1977), che, proponendo un modello d’analisi essenzialmente di tipo macro, studia gli effetti delle trasformazioni nei sistemi economici, sociali e politici sulla composizione di intere popolazioni di organizzazioni nonché le dinamiche evolutive che si sviluppano al loro interno. L’enfasi posta sul meccanismo della selezione naturale, proposto come fonte di cambiamento alternativo rispetto ai processi d’apprendimento e d’adattamento realizzati a livello

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefania Caria Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1025 click dal 08/06/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.