Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

NOVALIS- Il maestro e i discepoli - Un cammino verso il tempio

La tesi tratta di come il mondo, i riti ed i simboli della Massoneria fossero ben conosciuti ed utilizzati nell' opera di Novalis "I discepoli di Sais". In questo lavoro sono stati messi in evidenza i punti fondamentali dei passaggi di grado , i riti, gli stessi simboli ma, soprattuto, un tentativo di discoprore il significato di questo percorso.
Novalis li ha riproposti come fondamento e ossatura della sua opera e anche, forse, anche degli altri suoi lavori.
Ul lungo viaggio di analisi, ricerca e riflessione sui più antichi e diversi simboli dell'uomo che spesso si nascondono sotto diverse forme per guidarci in un lugno e difficile cammino.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 ...tra i molti popoli, la Pietra è Dio. E. Zolla INTRODUZIONE Molto spesso ci capita di assistere a gesti o azioni che sembrano apparentemente normali ma il cui simbolismo ed il suo significato, al contrario, si perdono nella notte dei tempi, e che noi abbiamo continuato a compiere perdendo completamente di vista quello che era il motivo per il quale esse furono concepite, il celeberrimo "perché delle cose”. 1 Ancora più spesso capita, durante la lettura di un testo, di imbattersi in argomenti che apparentemente nulla hanno a che fare con ciò che si sta leggendo. A volte può sembrare addirittura che l'autore abbia voluto, con un qualche scopo ben preciso, inserire nella sua opera frasi quasi "sibilline", nell’intento, probabilmente, di far cogliere qualcosa di più profondo, di occulto, rispetto a quello che è l'argomento effettivamente trattato. Siamo sempre stati convinti, e tuttora lo siamo, che esista molto di più di quello che la maggior parte della gente chiama "vita comune", qualcosa che trascende, che va al di là di quello che è la "normalità", qualcosa di nascosto o forse, e più semplicemente, di dimenticato. Quel qualcosa di unico e particolare della nostra 1 Uno dei tanti esempi potrebbe essere quello del "lancio della monetina nella fontana". Ebbene, in tempi antichi, l'acqua era considerata un dono degli dei, e tutti i luoghi dove questa sgorgava venivano considerati sacri. Per esprimere la loro gratitudine, gli esseri umani lasciavano sul posto un piccolo dono.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gian Luca Paini Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3297 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.