Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalle parole alle immagini: Robert Altman interpreta Raymond Carver

Nel 1993 Robert Altman gira "short cuts" basato sui racconti di Raymond Carver, quello che fa è un miscuglio di storie e di vite a Los Angeles, creando un magnifico affresco della società contemporanea. Il suo non è un semplice adattamento cinematografico, ma aggiorna lo scrittore e ironizza sulla vita degli uomini negli anni novanta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Questo lavoro prende in esame due grandi personalità della cultura americana: il poeta, saggista e scrittore di racconti Raymond Carver e il regista Robert Altman. La possibilità di compiere un confronto tra di loro nasce dal fatto che quest’ultimo realizza un film basandosi sui racconti del primo: Short Cuts. L’intento, però, non è tanto quello di testare la minore o maggiore fedeltà al testo letterario, il film ha una propria visione delle cose e un regista quale è Altman si sente libero di apportare le modifiche che vuole; quanto capire che ruolo giocano i racconti, perché Altman sceglie proprio i racconti di Carver, come il regista ha cambiato i racconti per avvicinarli alla sua visione della società moderna e quale nuovo e diverso messaggio si vuole mandare al pubblico. Nel primo capitolo ‘Autori d’America’ si presentano e inquadrano Carver e Altman ognuno nel proprio universo: i loro stili, i loro lavori, il loro modo di vedere il mondo. Il titolo del capitolo assume qui un doppio significato di Autori americani ma anche Autori dell’America stessa, poiché nelle loro opere è l’America con la sua gente ad essere l’oggetto principale. Nel secondo capitolo vengono raccontate singolarmente le storie di Carver e i corrispondenti episodi filmici, con un procedimento diretto racconto-episodio. Il titolo ‘I racconti come tessere di un mosaico umano’ è attinente al fatto che tutti i racconti vanno a congiungersi nel film, creando appunto una sorta di mosaico della società.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Teresa Frulio Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2887 click dal 09/05/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.