Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il "dereglement" della simbolizzazione: interpretazione analitica della poesia Le Vocali di Rimbaud

La poesia che stiamo per analizzare è Voyelles, scritta dal poeta francese Arthur Rimbaud nel 1870-71. Questa tesina si propone di confutare tramite un approccio analitico le divergenti interpretazioni della poesia stessa; solo l’inserimento dell’opera nello specifico contesto storico-culturale e individuale che la genera e caratterizza permette una pertinente comprensione della stessa.
Tale poesia rappresenta uno dei più strepitosi e durevoli fallimenti di tutta la critica letteraria, benché non vi fossero particolari difficoltà intorno alla data di composizione e restasse quindi libero il campo per un’interpretazione che partisse dal testo, e si muovesse poi in una sua contestualizzazione.
Al contrario, è stato proposto un inventario di teorie genetiche, che intendevano analizzare la poesia
spiegando il motivo per cui, ad esempio, per Rimbaud la A fosse nera piuttosto che rossa, senza porsi nessuna domanda sull’essere proprio di questo poème.

Mostra/Nascondi contenuto.
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Scienze della Comunicazione IL “DEREGLEMENT” DELLA SIMBOLIZZAZIONE. INTERPRETAZIONE ANALITICA DELLA POESIA LE VOCALI DI RIMBAUD. Tesi di laurea in Filosofia del linguaggio Relatore Presentata da Chiar. mo Prof. Paolo Leonardi Greta Travagliati Sessione II Anno Accademico 2003-2004

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Greta Travagliati Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2098 click dal 23/03/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.