Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi economica, strategie aziendali e comunicative: il caso Barilla (1973-1985)

La mia tesi di laurea verte ad analizzare l'azienda Barilla negli anni 70 quando venne ceduta ad una multinazionale americana: la Grace. In questo decennio, precisamente nel 1975 è nato Mulino Bianco che è poi diventato la seconda grande linea di Barilla. Con questo lavoro ho voluto analizzare la situazione economica e sociale dell'Italia di quegli anni e come Barilla, una delle maggiori aziende italiane di allora ha affrontato, sostenuto e superato la crisi.
Non sono arrivata a nessuna scoperta sensazionale, solo ho cercato di mettere alla luce fatti e collaborazioni che hanno permesso a Barilla di fare il vero salto di Qualità ossia di passare da impresa famigliare alla multinazionale che è oggi!

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione La storia di Barilla ha inizio più di un secolo fa e rappresenta il modello classico di sviluppo industriale del capitalismo italiano: dalla bottega artigianale alla produzione su scala industriale. Il grande successo raggiunto dal marchio Barilla è testimoniato da un’indagine pubblicata nel novembre del 1989 dal “Corriere della Sera” che registrava la notorietà e l’immagine di alcune grandi aziende italiane e straniere operanti nel nostro paese. I risultati furono sorprendenti. La Coca Cola finì solo al decimo posto. La Rai la precedeva al nono posto. Seconda, nella cosiddetta piazza d’onore si classificava la Fiat. Prima, in splendida solitudine, stava Barilla. All’epoca, novembre 1989, la Barilla aveva centoquattordici anni e festeggiava un anniversario molto speciale: i dieci anni da quando Pietro Barilla era riuscito in un’impresa quasi senza precedenti. Nel 1979 Barilla aveva riacquistato la sua fabbrica venduta nel gennaio del 1971 a una multinazionale americana, la W.R. Grace di New York. 1 Da questi presupposti prende le mosse questo lavoro, che si ripromette di andare a ritroso nel tempo per ricostruire le strategie di reazione attuate da Barilla per uscire dal difficile periodo di crisi economica che ha investito tutto il mondo a seguito dello shock petrolifero del 1973. Lo scopo che ci si prefigge è quello di analizzare la situazione economica precedente alla crisi del petrolio, per poi analizzare da vicino come un’industria alimentare importante come Barilla abbia sopportato il grave 1 Enrico Mannucci, Grandi marche d’Italia: cinque secoli di creatività italiana, Milano, Lupetti & Co, 1990.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Cinzia Casotti Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7766 click dal 09/05/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.