Skip to content

Un testo contro la solitudine. Pier Vittorio Tondelli scrittore postmoderno.

Informazioni tesi

  Autore: Alida Melacarne
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Angiola Ferraris
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 234

Pier Vittorio Tondelli si propone come uno scrittore centrale nel panorama della letteratura italiana degli anni ottanta e tutta la sua opera può essere considerata fondamentale per una riflessione sulla letteratura italiana d’oggi. Il suo primo romanzo, Altri libertini, con il suo stile triviale, le sue ambientazioni emiliane, le sue "soggettività smarrite" , le sue storie ci offre una panoramica privilegiata per poter osservare e intendere la formazione di questo scrittore, le cui componenti non dovranno essere cercate solo nella letteratura, ma anche nel mondo di un ragazzo di una piccola città di provincia italiana (Correggio, in provincia di Reggio Emilia), a cavallo tra gli anni sessanta e settanta, dunque: nel teatro, nella musica, nel cinema, primi amori che porteranno Tondelli a frequentare il corso di laurea in Discipline Arte Musica e Spettacolo (DAMS) dell’Università di Bologna, fra il 1975 e il 1980. Sin da subito Tondelli assume la scrittura come principale mezzo per rispondere ai bisogni della propria diversità, per costruire quel mondo personale e protetto in cui sentirsi liberi. Tondelli, dunque, appare come uno scrittore moderno, curioso, incline alle contaminazioni tra i diversi ambiti artistici e culturali, eredità questa dell’avvento del postmodernismo: mescola sapientemente tra loro gli elementi della letteratura, delle arti figurative, della musica, del teatro e del cinema giungendo a risultati inediti che trovano la loro documentazione e catalogazione in Un weekend postmoderno, sorta di piccola enciclopedia sugli anni ottanta scritta e curata da Tondelli durante tutti gli anni della sua attività artistica (tanto che si può considerare Un weekend postmoderno anche come strumento efficace per una lettura parallela dei suoi romanzi). La vera formazione culturale di Tondelli si compie a Bologna: qui entra in contatto con un ambiente vivacissimo, la cui influenza sarà decisiva nel condizionare le scelte di gusto e contenuto che caratterizzeranno le sue opere. Fra il 1975 e il 1980 frequenta il DAMS dell’università di Bologna, ossia il corso di laurea in Discipline Arte Musica e Spettacolo promosso nella città per rispondere al bisogno di nuove professionalità nei settori dello spettacolo e delle comunicazioni e, sin da subito, luogo d’incontro per tutta una serie di intellettuali e artisti legati alla neo-avanguardia e al Gruppo 63 e ambiente culturale vivacissimo . Qui il giovane Tondelli ha la possibilità di seguire i corsi di importanti e insigni professori: Umberto Eco insegna Semiotica , Renato Barilli insegna Storia dell’arte ed Estetica, Giuliano Scabia è docente di Drammaturgia e Gianni Celati di Letteratura anglo-americana, solo per citarne alcuni. È proprio in questo contesto che avviene l’incontro con la letteratura americana e gli autori della Beat generation: così come Jack Kerouac, anche Tondelli ricercherà nei suoi romanzi una ‘’parola musicale’’, ossia una parola e una scrittura capaci, come la musica jazz, di adattarsi all’istinto ritmico musicale dello scrittore , da cui nasceranno in seguito le definizioni di "letteratura emotiva" e di "sound del linguaggio parlato". Dopo la pubblicazione nel 1980 del primo romanzo, la biografia di Tondelli sembra correre di pari passo con la sua opera letteraria, e le tappe di più rilevanti di questa coincidono con quelle di una vita pressoché identificabile con la pratica della scrittura. In una folgorante successione, che solo la prematura scomparsa dell’autore (morto all’età di trentasei anni, il 16 dicembre 1991) interrompe, si susseguono Pao Pao, edito nel 1982, Rimini, che esce nel 1985, e Camere separate, nel 1989. Inoltre ricodiamo anche la pubblicazione di Biglietti agli amici nel 1986 e le pubblicazioni legate al progetto Under 25. Nel 1990 esce inoltre Un weekend postmoderno. Cronache dagli anni anni ottanta, che raccoglie una grossa parte dell’intensissima attività pubblicistica svolta da Tondelli nel corso degli anni ottanta, mentre postumo , nel 1993, viene pubblica, a cura di Fulvio Panzeri, quello che era stato come il seguito del Weekend e cioè L’abbandono.Racconti dagli anni ottanta, il cui proposito è invece quello di raccogliere testi di carattere creativo composti dall’autore nel medesimo lasso di tempo. Accanto a queste opere maggiori troviamo anche il suo unico testo teatrale, Dinner Party, le cui prime stesure risalgono ai primi mesi del 1984. La scrittura di Pier Vittorio Tondelli è strettamente legata al Postmoderno: l’avvento dell’era postmoderna introduce la tendenza ad assumere tutto come possibile oggetto di comunicazione. Nasce una forte pluralizzazione che ribalta i punti di interesse, dando valore ad aspetti da sempre emarginati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO STORIA DI UNO SCRITTORE 1.1 La giovinezza a Correggio. Pier Vittorio Tondelli si propone come uno scrittore centrale nel panorama della letteratura italiana degli anni ottanta e tutta la sua opera può essere considerata fondamentale per una riflessione sulla letteratura italiana d’oggi. Alla sola età di ventiquattro anni è l’autore di uno dei casi letterari del 1980: viene pubblicato, infatti, il suo romanzo d’esordio Altri libertini per la casa editrice Feltrinelli. Egli è dunque un giovane autore che fornisce ulteriore materiale al singolare fenomeno letterario giovanile degli anni precedenti inaugurato da Boccalone di Enrico Palandri (1979) e continuato negli anni successivi da Claudio Piersanti, , Giovanni Pascutto, Andrea De Carlo e Daniele Del Giudice. Altri libertini con il suo stile triviale, le sue ambientazioni emiliane, le sue <<soggettività smarrite>> 1 , le sue storie ci offre una panoramica privilegiata per poter osservare e intendere la 1 Enrico Palandri Altra Italia, in ‘’Panta’’ n.9, 1992, Bompiani, Milano, p.21: <<In ogni racconto [del romanzo Altri Libertini] si agitano alcune soggettività smarrite, che cercano di reperire un’idea di se stessi attraverso quello che gli è attorno>>.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

america
emilia-romagna
musica
omosessualità
pier vittorio tondelli
postmoderno
provincia
scrittura emozionale
sound del linguaggio parlato
viaggio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi