Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il National Security Strategy 2002: Una nuova Grand Strategy americana?

Il lavoro mira a rispondere alla domanda seguente: la nuova strategia della guerra preventiva dell'amministrazione Bush mira a soddisfare solo i nuovi bisogni di sicurezza sorti dopo l'11 Settembre o è una parte di un più importante cambio di rotta nella conduzione della politica estera americana?

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La “nuova minaccia” e l’era post-11 Settembre Circa tremila persone, quasi tutte di nazionalità americana, sono morte negli attacchi terroristici contro gli edifici del World Trade Center a New York e del Pentagono a Washington nell’ 11 Settembre del 2001. Il significato che ha assunto questa data nell’immaginario collettivo, soprattutto nel cosiddetto “occidente”, è simboleggiato dal fatto che ad essa ci si riferisce sempre più spesso senza indicare l’anno: 11 Settembre o, nella dicitura americana, 9/11. Ciò che da subito è stata chiaro è la finalità politica degli attacchi: il primo nome che venne fatto fu quello di Osama Bin Laden, ispiratore e in qualche modo leader della rete terroristica fondamentalista di matrice islamica Al- Qaeda i . All’indomani del tristemente famoso giorno era molto difficile per tutti, quindi non solo negli Stati Uniti, mantenere la tranquillità necessaria per orientarsi con chiarezza a proposito di quello che era accaduto a New York, a Washington e nei cieli della Pennsylvania, dove era stato sventato quel terzo attacco che con molta probabilità avrebbe avuto come obiettivo la stessa Casa Bianca. L’unica cosa che si continuò a ripetere in quei giorni, e con vari accenti ancora oggi, è che dopo l’11 settembre “nulla sarà più come prima” ii .

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giovanni Piccirillo Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1773 click dal 16/05/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.