Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli attuariali per la valutazione e la gestione delle polizze index-linked

In questo lavoro sono sate analizzate alcune tecniche attuariali dirette al calcolo dei premi e alla costituzione delle riserve tecniche in relazione a polizze index-linked che prevedono prestazioni minime garantite.
Il primo modello analizzato è quello di Brennan e Schwartz (1976), che vede la garanzia come un'opzione put europea scritta sull'investimento. Successivamente è stata trattata la "surrender option", un'opzione put americana che offre all'assicurato la possibilità di recedere dal contratto e di ricevere la prestazione in caso di recesso (surrender value); i premi (unico e periodico) sono stati calcolati tramite il modello binomiale di Cox, Ross e Rubinstein.
Rivestono particolare interesse le polizze incorporanti le opzioni di rendita garantita (guaranteed annuity option), con le quali si offre all'assicurato la possibilità di convertire la prestazione a scadenza in una rendita vitalizia calcolata a un tasso minimo garantito. Tali opzioni sono state valutate basandosi sull'analogia che vi è con le call scritte su coupon bond.
Infine sono state trattate le riserve matematiche. La riserva iniziale è stata calcolata utilizzando il metodo della simulazione stocastica e quello dell'utilizzo delle opzioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE A partire dagli anni ’70, il mercato assicurativo, soprattutto nel ramo vita, è stato caratterizzato da una profonda evoluzione dovuta alla cosiddetta “finanziarizzazione della polizza vita”, ovvero all’introduzione della componente finanziaria a quella puramente assicurativa. Ciò ha portato alla nascita di nuovi prodotti assicurativi quali le polizze rivalutabili, le unit linked e le index linked, capaci di soddisfare le mutate esigenze dei risparmiatori, più interessati, rispetto al passato, ai rendimenti finanziari dei propri risparmi oltre che alla sicurezza personale e familiare. L’obiettivo di questo lavoro è di presentare alcune tecniche di valutazione e di gestione delle polizze index linked. Nel primo capitolo, dopo una breve analisi dell’evoluzione del mercato assicurativo, viene data una definizione delle polizze index linked, soffermandosi sugli aspetti fiscali e civilistici, e sulle caratteristiche tecniche, quali la scelta dell’indice di riferimento al quale legare le prestazioni e la scelta della funzione di partecipazione alla performance dell’indice. Il secondo capitolo riguarda la valutazione dei premi. In particolare, considerando una polizza index linked mista che prevede prestazioni minime garantite in caso morte e in caso vita, si utilizza il modello di Brennan e Schwartz (1976) per il calcolo del premio unico puro e dei premi periodici. Successivamente viene considerata la possibilità dell’assicurato di recedere dal contratto. Questo si traduce nell’incorporazione nella polizza di un’opzione di recesso (“surrender option”). Sulla base degli articoli di Bacinello (2003) e (2004), che riguardano rispettivamente una 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Manuela Monci Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3619 click dal 23/05/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.