Skip to content

Peter Pan e la letteratura per l'infanzia

Informazioni tesi

  Autore: Vanessa Luciani
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Maria Del Sapio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

Ha appena compiuto cent’anni (lo scorso dicembre 2004) ma non li dimostra affatto, Peter Pan, ovvero il fanciullo che non vuole crescere, continua ad affascinare grandi e piccoli di tutte le epoche, in tutto il mondo.
Il percorso che il presente lavoro affronta si sviluppa su sette capitoli, con lo scopo di fare un po’ di luce sulla creazione dello scrittore scozzese James Matthew Barrie, inquadrandola da un punto di vista letterario e psicologico (delle numerosi analisi ed interpretazioni che validi studiosi nel tempo hanno elaborato vengono prese in esame tre teorie); ne viene evidenziata la genesi, sottolineandone le realtà sociali (e sociologiche) che l’hanno influenzato; si discute la posizione di Peter Pan all’interno della letteratura per l’infanzia; viene affrontato il tema dell’importante influenza esercitata dalla mitologia nella letteratura, con particolare riferimento al personaggio di Peter Pan; è preso in esame il problema del “gender” ossia, come l’universo femminile e maschile s’inseriscono all’interno dell’opera di Barrie; viene infine analizzata la storia di Peter Pan a teatro e attraverso le realizzazioni cinematografiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
b) Peter Pan e la fusione dei generi (pp. 39-43) Secondo la studiosa Ann Yeoman, senza dubbio Barrie non riuscì, e probabilmente non tentò neppure, di creare un “buon” pezzo di letteratura per l’infanzia, secondo la tradizionale concezione della sua epoca. Ciò è evidente nei diversi arrangiamenti e versioni di Peter and Wendy scritte da altri per rendere la storia “più adatti ai ragazzi” rispetto all’originale. Tutte le consuete distinzioni fra “fairy story, fantasy, domestic story and boys’ adventure tale” 1 sono violate: Neverland e Peter Pan non sono adatti al domestic tale come lo è la presenza regolatrice di Wendy a Neverland in una boys’ adventure story. Secondo le osservazioni di Townsend 2 , l’idea di un ragazzo che non cresce mai è più seducente per i genitori che per i figli; pur rappresentando una figura enigmatica di notevole preoccupazione per i genitori, Peter Pan è pur sempre un enigma che attira e attrae inconsciamente il pubblico adulto, così come attirò il suo stesso autore, J. M. Barrie. Non si può considerare il racconto di Barrie come continuo, impeccabile e “genre-specific” 3 , poiché più la storia si dimostra uniforme ed eccessivamente coerente, meno provocatoria e ricca è l’analisi di un nuovo significato da parte dello studioso. Il carattere elusivo di Peter Pan rende impossibile una classificazione, quest’affermazione è altrettanto valida per la sua definizione letteraria dato che Barrie trae ispirazione per la struttura della sua opera, in misura più o meno uguale, dal mito, dalle favole, dal “Romance, adventure tale and fantasy” 4 . Il risultato complessivo è quello di un romanzo paragonabile ad un collage di stili e generi che introduce un confuso insieme di voci e prospettive, infatti, un momento Barrie prende le parti dei suoi personaggi, in un altro 1 Ann Yeoman, Now or Neverland, Peter Pan and the Myth of Eternal Youth, Toronto, Inner City Books, 1998, p. 88 2 “1) “Peter Pan, as everyone knows, is the boy who wouldn’t grow up”; 2) “It is doubtful whether the idea of a boy who never grows up is as appealing to children as it is to parents”; 3) “All in all, Peter and Wendy is not a very good book; I am sure it benefits unduly from the fame of the play.”, ibidem, p. 81 3 Ibidem 4 Ibidem

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

barrie
cinematografiche
gender
infanzia
letteratura
mitologia
pan
peter
psicologico
sociologiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi