Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Schmitt e Kelsen: un problema della letteratura filosofico giuridica

Sullo sfondo della crisi dello Stato e dei concetti giuridici ad esso correlati (es. la sovranità) nasce e si sviluppa il confronto tra Schmitt e Kelsen, icone di due diverse orientamenti : quest'ultimo fautore di una revisione del concetto "classico" di sovranità, finalizzato alla edificazione di un nuovo ordine giuridico globale, che riecheggia il mito kantiano della civitas maxima; il primo, invece, ultimo apologeta dello Jus Publicum Europaeum, intende rivitalizzarne la radice e la ratio,immaginando un nuovo nomos della terra basato su una pluralità di Grandi Spazi territoriali. Dalle intuizioni dei due grandi giuristi uno stumento per guardare con occhio critico alle vicende della cd. globalzzazione, ed alle ripercussioni di questa sul diritto e sull'ordine internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO I Carl Schmitt ed Hans Kelsen : un problema o il problema della letteratura filosofico – giuridica ? Questo lavoro pone a confronto il pensiero di Carl Schmitt e quello di Hans Kelsen; confronto che è stato, indubbiamente, uno dei motivi di maggiore interesse all’interno del dibattito filosofico- giuridico del secolo che si è appena concluso. Su questa tematica si è scritto molto, forte è quindi il rischio che un ulteriore ricerca sull’argomento risulti solamente un riassunto di quanto già scritto da altri – più esperti della materia di chi scrive - . Il tentativo è quello di analizzare questo confronto da una prospettiva diversa, meno praticata dalla letteratura fino ad ora apparsa sull’argomento; la sfida è quella di dimostrare che questo confronto sia ancora attualissimo, che anzi siano proprio la attuale situazione politica e le questioni all’ordine del giorno nel dibattito filosofico – giuridico a richiamare con sempre maggiore attualità tematiche affrontate da questi due giuristi, ad utilizzare categorie elaborate da questi ultimi per la analisi e la comprensione delle presenti problematiche, tanto da farci affermare, con estrema convinzione, che quello tra Schmitt e Kelsen non sia uno dei tanti problemi che hanno fornito

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Cirillo Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6380 click dal 24/05/2005.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.