Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La liberalizzazione del trasporto ferroviario in Italia

Nell'ambito di una politica dei trasporti mirata alla sviluppo sostenibile, il trasporto ferroviario è destinato a rivestire un ruolo strategico sempre più importante per i suoi connotati di compatibilità ambientalee maggior efficienza tecnico-energetica di trasporto, le quali dipendonodai livelli di utilità e affidablitàche è in grado di garantire all'utenza. le linee di azione sono individuate nella liberalizzazione del settore ed oculata politica di regolazione dei servizi in orizzonti temporalidi breve periodo, con modalità day-to-day; nell'effettuazione di investimenti infrastrutturali, con effetti in un orizzonte temporaledi medio-lungo periodo.

Mostra/Nascondi contenuto.
La liberalizzazione del trasporto ferroviario in Italia 1 INTRODUZIONE I trasporti sono il cuore dell’evoluzione economica e sociale dell’Europa: oggi l’Unione Europea esige un sistema di trasporto affidabile ed efficiente. In tal contesto ogni modalità di trasporto deve giocare un ruolo e potersi avvalere dei propri vantaggi intrinseci. La ferrovia è vista come una modalità estremamente pertinente per il trasporto di merci su lunghe distanze nonché dei viaggiatori, purché sia garantita la qualità del servizio. La sicurezza di tale modalità di trasporto e la sua notevole flessibilità nell’adattarsi alle esigenze ambientali ne fanno una scelta privilegiata che deve essere promossa con determinazione. Tuttavia, nonostante le numerose esperienze positive e la ristrutturazione delle storiche imprese ferroviarie avviate in molti paesi dell’Unione Europea, il trasporto su rotaia continua a perdere quote di mercato, mentre le cifre segnalano un inesorabile incremento del trasporto stradale. La funzionalità e l’efficienza del sistema nazionale dei trasporti, in un paese moderno e industrializzato come l’Italia, deve agire da supporto all’evoluzione del sistema produttivo e socio-economico. L’obiettivo di fondo è costituito dal miglioramento dell’efficienza complessiva del sistema dei trasporti attraverso la conduzione di efficaci politiche per lo sviluppo infrastrutturale e il riequilibrio modale. Nell’ambito di una politica dei trasporti mirata allo sviluppo sostenibile, il trasporto ferroviario è destinato a rivestire un ruolo strategico sempre più importante per i suoi connotati di compatibilità ambientale e maggior efficienza tecnico-energetica di trasporto, le quali dipendono dai livelli di utilità e affidabilità che è in grado di garantire all’utenza. Le linee di azione sono individuate: nella liberalizzazione del settore ed oculata politica di regolazione dei servizi in orizzonti temporali di breve periodo, con modalità di azione day-to- day; nell’effettuazione di investimenti infrastrutturali, con effetti in un orizzonte temporale di medio-lungo periodo. Questi sono i temi principali affrontati in questa tesi la cui struttura è la seguente.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Buccinotti Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6084 click dal 06/06/2005.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.