Skip to content

Dinamiche di apprendimento e strategie educative con l'handicap mentale grave

Informazioni tesi

  Autore: Luisa Albano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Stefano Salmeri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

Il lavoro affronta la problematica dell’insufficienza mentale attraverso la descrizione di alcuni suoi aspetti e si propone innanzitutto di essere una sintesi del percorso che accompagna il soggetto in situazione di handicap mentale dal momento della diagnosi, in cui è particolarmente coinvolto il contesto familiare, al momento dell’integrazione scolastica, nel cui ambito risultano importanti la figura dell’insegnante di sostegno e il supporto dei compagni normodotati, fino alla presentazione di alcune proposte di intervento educativo mirate allo sviluppo della persona ritardata e/o con sindrome autistica. Il presente lavoro affronta inoltre l’aspetto della comunicazione, in quanto la difficoltà in questa area non aiuta il disabile mentale ad integrarsi nella società e a ritagliarsi un proprio spazio di autonomia. E’ quindi necessario che si sviluppino forme di comunicazione alternative rispetto a quella verbale.
Nel primo capitolo sono presentate le definizioni di handicap che nel corso degli anni hanno contribuito a mutare la terminologia e il modo stesso di considerare l’handicap. Un’altra conquista importante riguarda la spinta della società verso la valorizzazione delle differenze che ha portato al riconoscimento dell’originalità. Si analizza poi il concetto di ritardo mentale in rapporto alla sua classificazione, alle sue cause e alle sue conseguenze. Oggi appare chiaro come la misurazione dell’intelligenza, che in passato era determinante per la diagnosi di insufficienza mentale, fornisca dati meramente quantitativi. Per definire il ritardo mentale, infatti, è attualmente necessario considerare l’individuo nella sua globalità. Nel secondo capitolo si affronta il tema del rapporto tra il soggetto in situazione di handicap mentale e il contesto familiare, a partire dal delicato momento della diagnosi, agli inevitabili cambiamenti nella vita familiare, fino a giungere al riconoscimento della famiglia come risorsa, nel senso di una sua partecipazione attiva agli interventi educativi e di una sua collaborazione con la scuola. Genitori ed insegnanti potranno così supportarsi a vicenda per la realizzazione di un progetto comune. Nel terzo capitolo si analizza la tematica dell’integrazione scolastica dell’alunno disabile nella scuola comune, presentandola come il risultato di un’evoluzione legislativa verso una maggiore integrazione che ha avuto il suo culmine nella Legge Quadro n. 104 del 5 febbraio 1992. Affinché si realizzi una vera e propria integrazione dell’alunno disabile innanzitutto la scuola si deve preparare alla sua presenza, adattando i programmi ed attuando un percorso educativo individualizzato. Entra in campo allora la figura dell’insegnante di sostegno, il cui ruolo fondamentale è quello di fungere da punto di raccordo fra il disabile, la classe e gli insegnanti, e fra la scuola e la famiglia. Inoltre si sottolinea l’importanza del supporto fornito dagli stessi compagni di classe, grazie ai quali è possibile realizzare forme di tutoring e di apprendimento cooperativo che creano un clima favorevole all’apprendimento. Nel quarto capitolo si elencano alcuni dei possibili interventi educativi e riabilitativi attuabili con i soggetti ritardati e/o autistici. Tali interventi perseguono lo scopo di migliorare le capacità e di raggiungere il massimo grado di autonomia o di insegnare a comunicare attraverso altri canali, come nel caso della musicoterapia, oppure di sviluppare la sfera intellettiva attraverso il potenziamento delle componenti motorie, come nel caso della psicomotricità. L’educazione psicomotoria nella scuola serve a favorire l’integrazione degli alunni con handicap, strutturando una didattica per situazioni, non centrata sulla prestazione, ma predispone le condizioni in cui possono avvenire delle attività motorie. La musicoterapia si propone di produrre un cambiamento nell’individuo e di offrire un mezzo di comunicazione non verbale avvalendosi della musica. Tra gli interventi maggiormente seguiti con i soggetti autistici si menzionano il programma di intervento precoce di tipo comportamentale, che utilizza stimoli introdotti nell’ambiente per incentivare il comportamento desiderato ed inibire quello problematico; il programma TEACCH, che parte dalle capacità del soggetto per migliorare le sue carenze; la comunicazione facilitata che richiede il supporto di un facilitatore che aiuti il soggetto a muovere la mano nel modo corretto per scegliere l’elemento desiderato. Nell’appendice si descrive un caso di ritardo mentale grave. Le informazioni raccolte riguardano il gruppo familiare del bambino, le sue difficoltà, rilevate attraverso gli esami effettuati dal servizio di Neuropsichiatria Infantile della ASL 3 di Catania, i suoi progressi, i miglioramenti e gli interventi a cui è stato sottoposto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - INTRODUZIONE Il lavoro affronta la problematica dell’insufficienza mentale attraverso la descrizione di alcuni suoi aspetti e si propone innanzitutto di essere una sintesi del percorso che accompagna il soggetto in situazione di handicap mentale dal momento della diagnosi, in cui è particolarmente coinvolto il contesto familiare, al momento dell’integrazione scolastica, nel cui ambito risultano importanti la figura dell’insegnante di sostegno e il supporto dei compagni normodotati, fino alla presentazione di alcune proposte di intervento educativo mirate allo sviluppo della persona ritardata e/o con sindrome autistica. Il presente lavoro affronta inoltre l’aspetto della comunicazione, in quanto la difficoltà in questa area non aiuta il disabile mentale ad integrarsi nella società e a ritagliarsi un

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi