Skip to content

Guerra e spazio. Nuove tecnologie e rivoluzione degli affari militari.

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Nodari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Amministraz. Pub. e delle Istituz. Internaz.
  Relatore: Alessandro Colombo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 187

La tesi si propone di analizzare i cambiamenti nella relazione guerra – spazio (inteso in diverse accezioni) in seguito all’introduzione di una nuova serie di tecnologie militari a cui gli esperti danno il nome di RMA (Rivoluzione degli affari militari).
La guerra nel Golfo del 1991 e più recentemente la guerra contro il terrorismo portata avanti dagli Stati Uniti in Afghanistan rappresentano la prova di questa teoria.
Armi intelligenti a guida laser, smart bombs, collegamento diretto e continuo con le informazioni satellitari, guerra delle informazioni, teatri virtuali di guerra: esiste oggi un insieme di nuove tecnologie che porta a ridiscutere l’impatto della guerra sullo spazio e che pone alcuni interrogativi.
Sono ancora attuali gli eserciti di grandi dimensioni? Il numero di vite umane sacrificate aumenta o diminuisce in seguito all’introduzione delle nuove tecnologie? E ancora: chi ha la meglio oggi, l’esercito organizzato secondo una scala gerarchica di vecchio modello o cellule autonome e indipendenti unite da un fine comune (il modello del terrorismo odierno)?
Alla fine la conclusione è che molti dei paradigmi della guerra tradizionale cambiano radicalmente ma alla fine, come sosteneva l’ufficiale Von Clausewitz, la guerra rimane “la continuazione della politica con altri mezzi”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione La guerra del Golfo del 1991, conclusasi con la vittoria della coalizione guidata dagli Stati Uniti, è stata una guerra peculiare : risoltasi in un arco di tempo ristretto, all’incirca un mese dall’inizio delle ostilità, ha visto l’applicazione di tecnologie che mai prima di allora erano state usate così intensamente : i satelliti artificiali, attraverso sistemi Remote Sensing e GPS (Global Positioning System), guidavano le armi intelligenti (smart weapons) sugli obbiettivi militari, laddove i sistemi AWACS((Airborne Warning Control System) e JSTARS (Joint Surveillance and Targeting Radar System) rappresentavano l’arma “informativa” a disposizione delle forze aeree USA in grado di garantire il dominio incontrastato dell’aria. Il tutto attraverso un continuo scambio di dati ed informazioni (bitstreams) da un sistema d’arma all’altro. La guerra del Golfo ha costituito un significativo input per la nascita del dibattito sull’impatto delle nuove tecnologie applicate al fenomeno guerra. A questo proposito, soprattutto negli Stati Uniti, si fronteggiano due scuole di pensiero : chi è convinto che l’applicazione delle tecnologie stesse possa rappresentare una vera e propria rottura rispetto al passato, e quindi parla espressamente di Rivoluzione degli Affari Militari (RMA) e chi invece ritiene il fenomeno guerra ancora sostanzialmente uguale, nelle sue fondamentali caratteristiche, al modo di combattere del passato, e quindi parla solo di un’evoluzione, ma non di una rivoluzione. In realtà la Guerra del Golfo del 1991 rappresenta solamente il punto di arrivo iniziale, la trasposizione empirica di una precisa tendenza storica : il progresso tecnologico muta la percezione umana dello spazio e delle distanze e di conseguenza fa mutare il rapporto tra guerra e spazio . A questo proposito, la prima grande rivoluzione spaziale, per usare un termine di Carl Schmitt, nei rapporti tra guerra e spazio, si è avuta con la scoperta della dimennsione aerea. La scoperta del mezzo più pesante dell’aria, l’aereo, portò a conseguenze determinanti : il teatro di guerra si allargava, nel senso che tutto poteva essere raggiunto dalla nuova arma, senza più una netta distinzione tra civili e militari : il fronte si trasferiva ai confini delle nazioni in lotta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

armamenti
armi
guerra
rivoluzione degli affari militari
tecnologie militari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi