Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trenitalia e il low cost: strategie a confronto


L’obiettivo che si prefigge tale lavoro è di evidenziare se la realizzazione di un servizio ferroviario “low cost” sia possibile e quale scelte strategiche comporta.
Attraverso un’analisi di benchmarking si è voluto analizzare quali sono le peculiarità strategiche ed organizzative delle compagnie ferroviarie europee e comparare la loro offerta con quella dei vettori aerei “low cost”.
Tale analisi mira principalmente al confronto dei servizi correlati all’intera esperienza di viaggio, messi a disposizione in Rete.
L’attenzione viene rivolta, in particolare, alle facilities per il Cliente nella fase di pre e post viaggio, che accrescono il valore dei brand tradizionali ( Eurostar Italia, Intercity, Treno Notte ) in un’ottica di personalizzazione dell’offerta, individuando quali potrebbero essere le opportunità di crescita per Trenitalia nel mercato.
Si è rilevato che i maggiori competitors europei, nel mercato del trasporto ferroviario, offrono un alto standard qualitativo e quantitativo dei servizi disponibili sui siti Internet ed una buona qualità dell’informazione correlata ad essi.
In tal caso viene ipotizzato per Trenitalia uno spostamento, rispetto al suo posizionamento attuale, che miri principalmente al potenziamento dei servizi on line.
L’obiettivo di tale spostamento va individuato nella fidelizzazione di quella parte della clientela già acquisita, attraverso la pianificazione di servizi sempre più plasmati sulle sue esigenze e nel coinvolgimento di quel segmento di Clienti futuri, altrimenti non raggiungibili con i media tradizionali.
L’analisi delle caratteristiche distintive dei servizi aerei “low cost”, invece, sposta la prospettiva su “Trenok”. La caratteristica che lo differenzia dai servizi ferroviari tradizionali e gli permette di essere denominato “low cost”, è quella di usufruire esclusivamente dei canali di vendita diretta, con una graduale riduzione dei costi di gestione.
L’obiettivo di tale servizio è quello di raggiungere quel segmento di Clienti che sono più sensibili alla variabile del prezzo e avvicinarli alla scelta di viaggiare in treno. Tale segmento è riconoscibile nei giovani che non possono permettersi di pagare molto ma non rinunciano a determinati “frills” nella loro esperienza di viaggio, garantiti dalla qualità di Eurostar Italia.
Le opportunità di sviluppo per il servizio offerto da “Trenok”, riguardano principalmente la visibilità e l’impatto comunicativo da dare al progetto presso il suo pubblico di riferimento, con un graduale perfezionamento dei servizi on line, che ricalchino le caratteristiche di quelle delle compagnie aeree.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’intensificarsi della domanda di mobilità delle persone, registrata in Europa nel corso degli anni più recenti, è il risultato di diversi fenomeni sociali ed economici: il processo di integrazione economica, aumento del reddito, dispersione sul territorio degli insediamenti residenziali. È in quest’ottica che l’Unione Europea esplicita interventi per la promozione del mercato concorrenziale, basandosi sulla convinzione che una concorrenza efficace incoraggi un innalzamento degli standard qualitativi dei servizi offerti al Cliente e consenta una riduzione dei prezzi. A livello europeo tali interventi si esplicitano con la liberalizzazione dei servizi comunitari di trasporto aereo e con la separazione tra gestione della rete ferroviaria e gestione dei servizi. Nel caso italiano la situazione è ben diversa soprattutto se si pensa a come gli interventi comunitari hanno trasformato il trasporto ferroviario. La trasformazione riguarda principalmente la conversione societaria di Ferrovie dello Stato da azienda pubblica in ente autonomo e poi in società per azioni, a cui fanno capo le nuove società RFI per la gestione delle infrastrutture e Trenitalia, per i servizi di trasporto. Tutto ciò ha accresciuto, nel corso degli anni, l’attenzione alla qualità dei servizi e l’accostamento alle esigenze del Cliente nella costruzione dell’offerta, creando così una reale competitività tra le varie modalità di trasporto. Questo spiega come l’obiettivo di tale lavoro miri proprio ad analizzare tale competitività sulla base dei servizi offerti in Rete, correlati all’intera esperienza di viaggio.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Federica Nonni Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5004 click dal 16/06/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.