Skip to content

Down these mean streets a man must go - Percorso attraverso i luoghi e le epoche nella New York di Martin Scorsese

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Borsotti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Stefano Ghislotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 130

Questo lavoro prende in esame i luoghi e le epoche della New York di Martin Scorsese, per delineare una mappa immaginaria della città cinematografica: tracciare una topografia dello spazio cinematografico significa esplorare una dimensione altra rispetto a quella della realtà fisica, e allo stesso tempo analizzare in che modo lo spazio immaginario è costruito a partire da quello reale.
Il primo capitolo, ‘New York città cinematografica’, si sofferma prevalentemente sulla natura del rapporto tra questa città e il cinema, tracciando un itinerario nella metropoli attraverso alcuni film – di registi americani e non – che hanno rappresentato, in modo talvolta inconsueto, New York.
Il secondo e il terzo capitolo articolano invece il percorso vero e proprio nella New York di Martin Scorsese, mettendo in luce le modalità della rappresentazione della città. I film analizzati sono, nell’ordine, i seguenti: Gangs of New York, The Age of Innocence, Mean Streets, After Hours, Raging Bull, GoodFellas, Bringing Out the Dead, Taxi Driver.
Il percorso è strutturato secondo una macro-suddivisione cronologica: il punto di partenza è la New York ottocentesca di Gangs of New York e The Age of Innocence, analizzati nel capitolo secondo: il confronto farà emergere la prima complessa mappa della città, sulla quale si stratificheranno tutte le altre - reali o immaginarie. Il capitolo si sofferma tra l’altro sulle modalità della ricostruzione storica di un mondo scomparso quasi del tutto, e sulla particolare attenzione di Scorsese alle tematiche legate alla divisione sociale e territoriale di New York nel XIX secolo.
Il terzo capitolo è un ‘Viaggio nella New York del XX secolo’. Questa parte, relativa alla rappresentazione della città moderna, è organizzata secondo una micro-suddivisione geografica, come fosse un vero tour della metropoli. Si traccerà una mappa divisa in zone diverse: Little Italy, Bronx, Brooklyn e Queens, SoHo, Hell’s Kitchen e il distretto di Times Square.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Si dovrebbe scrivere così: scrivere il sospetto, l’immaginario di una storia che aleggia sulla città, captare i rumori, i suoni, le musiche che cullano gli abitanti, indovinare cosa li trattiene in quel luogo piuttosto che in un altro, descrivere le combinazioni sotterranee, le interferenze insospettate, i bassifondi dietro ai cimiteri, fare il ritratto del sogno, perché ogni città ha il suo sogno particolare, qualcosa che le è proprio, che la definisce prima di nominarla, che la manifesta, la fa sentire e la proietta nell’universo intimo di ciascuno… (Tahar Ben Jelloun) 1 Nel 1972, all’età di trent’anni, Martin Scorsese aveva già girato tre cortometraggi, un documentario e due film, uno dei quali era una pellicola di exploitation realizzata per Roger Corman: Boxcar Bertha (America 1929: sterminateli senza pietà; 1972). John Cassavetes assistette ad una proiezione di quest’ultimo, e rimproverò a Scorsese di aver sprecato un intero anno della sua vita per realizzare un film che egli definiva senza mezzi termini ‘a piece of shit’. Cassavetes aveva intuito il grande talento del giovane regista, e lo esortò a trovare la propria strada realizzando un progetto personale cui tenesse davvero: fu così che Scorsese prese a rielaborare Season of the Witch, una sceneggiatura che aveva iniziato a scrivere qualche anno prima, basata su persone ed eventi della sua giovinezza a Little Italy. Il regista eliminò buona parte dei riferimenti religiosi che appesantivano la storia e trasformò il titolo in Mean Streets, ispirandosi alla frase “But down these mean 1 Tahar Ben Jelloun, L’Albergo dei Poveri, Einaudi, Torino, 2001, pag.14.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bronx
brooklyn
cinema
città
de niro
gangs
gangster
goodfellas
little italy
map
mean streets
music
new york
night
queens
scorsese
sociologia
soho
times square
wharton

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi