Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il procedimento amministrativo europeo composto

Nel lavoro da me svolto, ho approfondito gli aspetti problematici dei procedimenti amministrativi nei quali si inseriscono amministrazioni nazionali e comunitarie. Ho trattato anche degli aspetti problematici relativi alla tutela giurisdizionale e alle possibili soluzioni per il futuro.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione : tentativo di inquadramento dei concetti di amministrazione europea e di diritto amministrativo europeo Quando la Commissione europea vuole esercitare i propri poteri, istruttori o decisori, ha bisogno di strumenti amministrativi. Se da parte di tale organo comunitario si vuole effettuare un accertamento delle violazioni delle norme sulla concorrenza, si rende necessario accedere coattivamente nelle case e negli uffici. In tal caso può essere esercitato da parte della Commissione un potere di esecuzione diretta, realizzata mediante perquisizioni effettuate da propri agenti. Quando invece la Commissione intenda assicurare la destinazione dei fondi agricoli sociali ed europei, i controlli vengono esercitati dalle amministrazioni nazionali ma, sotto il controllo della Commissione stessa. Per garantire, invece, la sicurezza sugli alimenti vengono adottati dei principi enucleati dall’ organo europeo che fungono da guida per le amministrazioni nazionali, le quali devono assicurare il rispetto di tali principi. Ci si rende pertanto conto dell’ ampiezza e molteplicità di differenti procedure amministrative europee. Parte della dottrina ritiene che il termine “amministrazione”, nell’ ambito dell’ Unione Europea appare “decisamente fuori moda” 1 e che il pubblico potere senza lo stato muti profondamente e che né Bismarck né Napoleone riconoscerebbero il ruolo della classe politica attuale ed il rapporto che quest’ ultima instaura con la società civile. Si presenta pertanto difficoltosa la definizione, a livello europeo, di amministrazione ed di diritto amministrativo. L’ interesse della dottrina per la definizione di amministrazione europea 2 è tuttavia molto recente. Nei primi trent’ anni successivi al Trattato di Roma si affermava con certezza che la Comunità non avesse una propria amministrazione. Si parlava di amministrazione “indiretta” e la dottrina faceva sempre riferimento ai vari diritti amministrativi italiani, spagnoli o tedeschi e mai ad un diritto amministrativo europeo. 1 F. Bignami e S. Cassese, Il procedimento amministrativo nel diritto europeo, in Rivista trimestrale di diritto pubblico, Quaderno n. 1, Giuffrè, 2004, pag. 1. 2 Sull’ amministrazione europea imprescindibile è lo studio condotto da G. Della Cananea, L’amministrazione europea, in Trattato di Diritto Amministrativo, a cura di Sabino Cassese, Milano, Giuffrè, 2003, Tomo II, parte generale, II edizione, pag. 1797-1927.

Tesi di Master

Autore: Michele Chiodi Contatta »

Composta da 44 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7966 click dal 12/07/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.