Skip to content

L'immagine della leadership alle elezioni europee 2004. Un confronto tra testate

Informazioni tesi

  Autore: Massimiliano Nespola
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Linguaggi e tecnologie del giornalismo e dell'informazione
  Relatore: Giuseppe Mazzei
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

In questa tesi si mette a confronto il lavoro redazionale di due testate a tiratura nazionale durante il periodo dell’ultima campagna elettorale. In particolare, utilizzando rudimenti di analisi del contenuto, si passa in rassegna il modo in cui “La Repubblica” e “Il Giornale” hanno costruito l’immagine dei leader delle coalizioni, la Casa delle Libertà e Uniti nell’Ulivo, dall’ 11 maggio al 30 giugno, periodo delle elezioni europee 2004. La base teorica cui far riferimento è quella di Denis McQuail, che con i concetti socio-comunicativi di infotainment e formato tabloid getta luce sul fatto che all’informazione volta ad aggiornare il lettore quotidianamente si accompagna, sui media, un’informazione gridata, leggera nei contenuti, seducente. Si è analizzata la carta stampata perché la si è ritenuta, in letteratura, il medium che nel corso degli anni è stato maggiormente capace di modificare forma e contenuti a seconda della committenza politica di riferimento.
Si è scelto di operare su più piani di analisi, selezionando quotidianamente titoli, articoli, interviste, editoriali e fotografie, cioè tutte le modalità comunicative utilizzate da un quotidiano per miscelare nelle sue pagine informazioni di vario genere, dalle novità sulla scena causate dalle esternazioni di un leader, alle diatribe quotidiane per gli equilibri delle coalizioni, al gossip politico. Il risultato è un confronto tra le due testate sull’utilizzo delle principali tecniche giornalistiche, sui prevalenti usi lessicali, sulla visibilità concessa ai leader di partito. E’ anche una critica sulle mancanze delle due testate, che potrebbero utilizzare di più e meglio i mezzi a loro disposizione per raggiungere il lettore.
Le conclusioni tratte testimoniano infatti anche che le testate in questione hanno operato viziate dal male dell’autoreferenzialità, una tendenza ampiamente diffusa, nel lavoro di redazione, che le porta ad andare in stampa imitando i concorrenti, lavorando poco e male sulla selezione e sul trattamento delle notizie, sull’inchiesta e sull’intervista. Sono conclusioni che ricollegano anche la pratica giornalistica alle teorie di partenza: se il giornalismo è viziato di autoreferenzialità, ciò è anche dovuto al fatto che invece di prestare più tempo e spazio al lavoro sul campo, si preferisce utilizzare informazioni più suasorie che cariche di contenuti, semplificate e superficiali rispetto ad una realtà politica molto più complessa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Premessa Questa tesi è il risultato di un percorso di studi durato tre anni presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Roma “La Sapienza”, e che però non trova ragion d’essere solo nell’assimilazione di contenuti di fonti statistiche, scienza politica, sociologia della comunicazione, teoria e tecniche del linguaggio giornalistico. Alla base di questo lavoro ci sono tante persone che, nel corso degli anni, hanno contribuito alla sua elaborazione, al suo perfezionamento, alla sua completa stesura, che non vuole dirsi definitiva, ma in un continuo “work in progress”. Un ringraziamento particolare va al prof. Giuseppe Mazzei e ad alcune collaboratrici della sua cattedra, Rosa Praticò, Francesca Rinaldi, Angela Marchese. Ringrazio inoltre i tanti amici che negli anni hanno condiviso con me idee e progetti: tra questi, Marco Fotino, Gloria Coccimiglio, Irene Canino, Danilo Melina, Alessio Cosentino, Gabriele Profita. Amici speciali sono i miei genitori, a cui questa tesi è dedicata. Massimiliano Nespola

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi contenuto
berlusconi
comunicazione politica
elezioni europee
europa
exit poll
il giornale
la repubblica
leader
media studies
nespola
prodi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi