Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bilancio di competenze: una rappresentazione sociale in evoluzione

Il bilancio di competenze è divenuto già da alcuni anni, in Italia, oggetto di particolare interesse e popolarità tra coloro che si occupano di orientamento e formazione, interessati ad allargare il proprio bagaglio concettuale ed operativo con metodologie maggiormente in linea con le necessità di formazione continua, orientamento e ri-orientamento presenti attualmente nel panorama europeo. Tale metodologia si configura quale strumento per accompagnare la persona nella ricognizione delle proprie esperienze e nell’autovalutazione delle proprie risorse e competenze al fine dell’elaborazione di un progetto professionale e/o formativo.
Il presente elaborato rappresenta un tentativo di approfondire le dinamiche del processo di diffusione della conoscenza dell’intervento di bilancio tra gli operatori, utilizzando, quale possibile chiave di lettura, la metodologia delle rappresentazioni sociali di Moscovici.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nato in Francia all’inizio degli anni ’80 e “importato” in Italia negli anni ’90, il bilancio di competenze ha suscitato immediato interesse per le sue caratteristiche di dispositivo particolarmente in linea con i concetti emergenti di “orientamento continuo” e “formazione lungo tutta la vita”. Il presente elaborato si configura come un tentativo di approfondire le dinamiche del processo di diffusione della conoscenza dell’intervento di bilancio tra gli operatori, utilizzando, quale possibile chiave di lettura, la metodologia delle rappresentazioni sociali di Moscovici. Il lavoro è strutturato in due parti. Nella parte prima viene presentato il quadro teorico di riferimento, soffermandosi, nel capitolo primo, sulla definizione e descrizione del bilancio di competenze, a partire dal modello francese originario, per giungere alla sua introduzione in Italia. Il capitolo secondo riporta i principali fondamenti teorici della teoria delle rappresentazioni sociali di Moscovici. La parte seconda illustra nel dettaglio l’indagine svolta per rilevare le rappresentazioni sociali del bilancio di competenze. Desidero ringraziare alcune persone che hanno dato un contributo fondamentale alla ricerca condotta, aiutandomi nell’inseguimento del campione per tutta Italia: la Cooperativa Informa di Bari e, in particolare, Roberta Rizzi, costante punto di riferimento e fonte inesauribile di consigli e informazioni; Caterina Cerbino dell’ISFOL; Leonardo Evangelista, che mi ha consentito, con estrema disponibilità, di introdurre il questionario nel suo sito internet e nei suoi seminari.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Titti Antonicelli Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7005 click dal 19/07/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.