Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il private equity per la crescita delle imprese

La tesi si propone di evidenziare i vantaggi derivanti dalla realizzazione del private equity, ovvero l'investimento da parte di investitori istituzionali nel capitale di rischio delle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo dell'impresa partecipata.Inoltre viene spiegato in che modo la due diligence e la comunicazione economica finanziaria possono rivelarsi utili strumenti per la riduzione delle asimmetria informative che potrebbero manifestarsi tra gli organi di governo aziendali e l'investitore. Altro capitolo e' dedicato alle modalita' di disinvestimento della partecipazione. A supporto vi e' anche la spiegazione di un caso aziendale (Termozeta).

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1 Venture capital, private equity e capitale di rischio nelle imprese Presentazione La nascita del venture capital può essere fatta risalire agli investiment trust inglesi della fine del secolo scorso, che svolgevano il ruolo di istituzioni finanziarie la cui attività era investire in titoli in imprese industriali 1 . Agli inizi degli anni Ottanta, con il termine venture capital si intendeva “l’apporto di capitale azionario, o la sottoscrizione di titoli convertibili in azioni, da parte di operatori specializzati, in un’ottica temporale di medio-lungo termine, effettuato nei confronti di imprese non quotate e con elevato potenziale di sviluppo in termini di nuovi prodotti o servizi, nuove tecnologie, nuove concezioni di mercato 2 .” 1 Gervasoni A., Satin, “Private equity e venture capital”, Guerini e Associati, 2000, pg .12 2 AIFI, “Capitali per lo sviluppo”, Il sole 24 ore, 2000, pg. 3

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Marrone Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7839 click dal 02/08/2005.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.