Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le leggende celtiche nel ''Lord of the Rings'' di J.R.R. Tolkien

Il presente lavoro si struttura in tre capitoli: il primo presenta la cultura celtica, analizzando la storia e la struttura sociale di queste popolazioni. Il secondo propone un breve excursus della letteratura fantasy novecentesca, soffermandosi in particolare sull'opera tolkeniana. Infine, il terzo affronta le analogie tra il Lord of the Rings e le leggende celtiche, attraverso l'analisi di tre fattori ricorrenti: la natura, la magia e il concetto di quest.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE John Ronald Reuel Tolkien nacque il 3 gennaio 1892 a Bloemfontein, una cittadina sudafricana, che all’epoca era capitale dello Stato Libero dell’Orange. Suo padre, Arthur Tolkien, si era trasferito da Birmingham, per poter far carriera nel settore bancario, ed era stato raggiunto da Mabel Suffield, che sarebbe divenuta sua moglie. Soltanto quattro anni dopo la nascita di Ronald, Arthur Tolkien morì e Mabel si trasferì coi suoi figli (nel 1894 era nato Hilary, fratello minore di Ronald) a Sarehole, un villaggio a sud di Birmingham, dove Tolkien venne per la prima volta in contatto con la campagna inglese: questo nuovo paesaggio fece nascere dentro di lui l’amore per la natura che avrebbe caratterizzato intensamente le sue opere. Nel 1900 Mabel si convertì al Cattolicesimo e avvicinò alla sua nuova fede anche i propri figli: quest’incontro segnò profondamente Ronald, in quanto egli fece della religione il centro della propria vita e la ragione ultima dei suoi scritti. Nello stesso anno, il giovane Tolkien fu ammesso alla King Edward’s School e la famiglia fu costretta a trasferirsi di nuovo a Birmingham, per essere più vicina alla scuola: in questo clima Ronald poté approfondire la passione per le lingue e le mitologie antiche, tanto importanti sia per la sua vita professionale sia per le sue opere. Nel 1904 la famiglia Tolkien dovette affrontare un nuovo lutto: Mabel morì e i ragazzi furono affidati alle cure di Padre Francis Xavier Morgan, un sacerdote amico della famiglia. Quattro anni dopo, Ronald conobbe Edith Bratt, che sarebbe divenuta sua moglie nel 1916, quando Tolkien completò i suoi studi ad Oxford. Dopo il matrimonio, Ronald fu inviato sul fronte francese, ma ritornò presto in Inghilterra colpito dalla febbre delle trincee: la guerra lasciò una traccia indelebile nella sua memoria, tanto che anni dopo ispirò alcuni personaggi e paesaggi dei suoi libri. Una volta ristabilitosi, Tolkien partecipò in qualità di assistente alla stesura dell’Oxford English Dictionary e, nel 1922, collaborò con E. V. Gordon ad un’edizione critica di Sir Gawain and the Green Knight. Nel 1921 fu nominato Reader of English Language alla Leeds University e dopo tre anni divenne Professor: rimase a Leeds fino al 1925, quando si trasferì a Oxford per insegnare prima lingua e letteratura anglosassone e poi lingua e

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Graziella Cavallanti Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4388 click dal 04/08/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.