Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La liberalizzazione dell'autotrasporto di merci per conto di terzi

La tesi ha per oggetto la storia del contingentamento in Italia dei titoli autorizzativi a far data dal 1935 sino ad arrivare alla liberalizzazione del settore alla luce delle normative comunitarie con aggiornamenti giurisprudenziali, decisioni della Corte Costituzionale e della Corte di Giustizia della Comunità Europea sino al marzo 2005.
La trattazione implica anche le riforme avvenute in campo amministrativo quali il decentramento di organi e funzioni ex Decreto legislativo 112/98 con il conseguente passaggio di competenze agli Organi pubblici decentrati preposti alla tenuta dell'albo delle imprese di autotrasporto, concludendo infine la trattazione con i Decreti che regolamentano l'eliminazione del rilascio dei titoli autorizzativi.
Sono evidenziati nello scritto le antinomie di leggi relative al settore, dovute ad una copiosa produzione di norme comunitarie ed interne emanate contestualmente, con pareri espressi dal Consiglio di Stato in materia, e i "sacrifici" subiti dalle imprese in tale contesto normativo antinomico e lacunoso.
La tesi illustra inoltre le eventuali variazioni del procedimento amministrativo circa i provvedimenti emessi dall'Organo competente a sfavore della ditta di autotrasporto, alla luce della legge 15/05

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I DEFINIZIONE DEL TRASPORTO MERCI PER CONTO DI TERZI E LA PROCEDURA PER IL RILASCIO DEI TITOLI AUTORIZZATIVI DAGLI ANNI ’30 IN POI § 1 Legge n. 1349 /35 ed il DM1949 esplicativo per il rilascio di titoli autorizzativi su base comunale e provinciale emanato dal Ministero dei Trasporti e della Navigazione Viene definito i trasporto di cose per conto di terzi: "l'attività imprenditoriale per la prestazione di servizi di trasporto verso un determinato corrispettivo” La legge 20/6/1935 n. 1349 integrata successivamente dal DM 8/9/49 emanato dall’ora Ministero dei Trasporti e della Navigazione favorì in linea generale le imprese che già esercitavano l'attività di autotrasporto ed in particolare l'art. 4 di detto regolamento stabilì che le autorizzazioni per il trasporto di merci per conto di terzi potessero essere assegnate d’ufficio solo alle imprese che già esercitavano detta l'attività; le altre ditte avrebbero potuto acquisire titoli solo a seguito di rinuncia di altre imprese. Nel primo dopoguerra si assiste al passaggio da un economia ristretta su base locale ed agricola ad un economia più aperta che vede la nascita dell’industria. Questo passaggio comporta la conseguente apertura del mercato e lo scambio delle nuove merci prodotte e la necessità della loro distribuzione su differenti tratti del paese.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Paola Bernuzzi Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 27459 click dal 14/09/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.