Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

1945-1952 – Gli Stati Uniti alla conquista dell’egemonia mondiale: la novità del grand design dell’amministrazione Truman e la percezione della politica estera nella società americana

Analisi degli anni dal 1945 al 1952 . Gli Stati Uniti alla conquista dell’egemonia mondiale: la novità del grand design dell’amministrazione Truman e la percezione della politica estera nella società americana

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il momento storico in cui si scrive vede ormai il Novecento come un secolo ormai concluso. Il “secolo breve”, che ha così profondamente mutato la storia degli uomini con il dispiegarsi di fenomeni come la democrazia, il fascismo, il comunismo, le guerre mondiali il terrore nucleare 1 e il riemergere del nazionalismo sembra ormai archiviato con la fine delle ideologie 2 . Ciò che si prospettava all’indomani del 1989 era un periodo di transizione in cui si auspicava una relativa possibilità di pace e prosperità, assicurata dalla ormai indiscussa predominanza mondiale della democrazia e dell’influenza economica degli Stati Uniti d’America. La definizione di Henry Luce 3 , coniata nel 1941 come auspicio per un disegno di leadership mondiale e in seguito ridefinito dalla guerra fredda, sembrava avverarsi. Paradossalmente ciò avvenne proprio quando l’egemonia degli Stati Uniti era ormai entrata in una fase calante 4 . Gli anni che stiamo vivendo invece hanno portato profondi cambiamenti, tanto che alcuni storici hanno proposto una periodizzazione che individuasse nella cesura del decennio a cavallo degli anni ’70 l’inizio di una nuova fase epocale per l’umanità 5 . 1 Mark Mazower, LE OMBRE DELL’EUROPA, Garzanti, Milano, 2000. 2 Hobsbawm colloca la fine del Novecento, come categoria storica nel 1989-’91, in seguito all’implosione dell’Unione Sovietica e al dissolversi del sistema comunista dell’Est Europa, cfr. Erich J. Hobsbawm, IL SECOLO BREVE, Rizzoli, Milano, 1994. 3 Nel suo articolo Luce prospettava essere il Novecento l’“American century”, in Henry Luce, LIFE, 17 febbraio 1941 4 Donald W. White, THE AMERICAN CENTURY.THE RISE AND DECLINE OF THE UNITED STATES AS A WORLD POWER, Yale University Press, New Haven-London, 1996 cit. in Olivier Zunz, PERCHÈ IL SECOLO AMERICANO?, ilMulino, Bologna, 2002. 5 Una nuova fase caratterizzata da fenomeni macroscopici quali la “deindustrializzazione” e “terziarizzazione” dell’Occidente, il processo di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giorgio Di Giusto Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1828 click dal 30/10/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.