Skip to content

Ottimizzazione dei parametri di saldatura di un elettroiniettore mediante metodi DOE e FEM

Informazioni tesi

  Autore: Aldo Emanuele
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Meccanica
  Relatore: Franco Furgiuele
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 143

Negli ultimi decenni l’avvento delle nuove tecnologie automobilistiche ha portato notevoli miglioramenti per quello che riguarda il settore “Fuel-Management”, ovvero quello della preparazione della miscela aria/combustibile e distribuzione della stessa tra i vari cilindri. Queste operazioni, precedentemente effettuate meccanicamente con i carburatori, vengono attualmente gestite da sistemi elettronici che, grazie ai segnali inviati da una serie di sensori, tengono conto dei regimi di funzionamento del motore e della composizione dei gas di scarico, adeguando ad ogni ciclo le caratteristiche della miscela. Un sistema di questo tipo necessita di un livello di controllo e di una precisione che i classici carburatori, anche se a controllo elettronico, non sono in grado di garantire. I problemi precedentemente illustrati sono stati superati con l’introduzione degli elettroiniettori, che intervengono sulla distribuzione del combustibile nel condotto di aspirazione (iniezione indiretta) o direttamente nel cilindro (iniezione diretta). In entrambi i casi gli elettroiniettori vengono controllati da una centralina elettronica che invia degli impulsi ad un solenoide.
La circolazione di corrente all’interno del solenoide genera un campo magnetico indotto che provoca l’alzata di una piccolo spillo e l’apertura dell’ugello. Lo spostamento dello spillo definisce la corsa dell’iniettore che, in condizioni ottimali, è di qualche decina di micron.
Questa breve descrizione del funzionamento rende l’idea della complessità e della precisione necessarie per la realizzazione degli elettroiniettori sia per l’alto numero di componenti presenti (corpo, fondello, spillo, filtro, molla, ecc.) sia per le loro ridotte dimensioni (dell’ordine del millimetro o addirittura decimi di millimetro).
Una delle fasi più critiche nella realizzazione degli elettroiniettori è quella di assemblaggio e in particolare l’operazione di inserimento del filtro all’interno del fondello. Un basso livello di precisione di questa operazione comporta un malfunzionamento dell’iniettore stesso e quindi del propulsore.
Scopo del presente lavoro è appunto quello di valutare la criticità della fase di assemblaggio di un elettroiniettore, di produzione di Magneti Marelli, nonché quello di cercare di ottimizzare il processo al fine di rendere più affidabile il prodotto, diminuendo di conseguenza gli scarti di produzione.
Le fasi ritenute più importanti sono la giunzione mediante saldatura laser, tra il corpo e il fondello dell’iniettore e l’inserimento del filtro che genera uno sforzo di compressione generato. Al variare dei parametri di saldatura (ampiezza, profondità e arco) infatti, la sollecitazione di compressione causata per inserire il filtro può provocare deformazioni permanenti con conseguenti riduzione di corsa dell’iniettore che determinano variazioni di portata e ripercussioni sul funzionamento del propulsore.
A tale scopo è stato modellato l’insieme corpo-fondello-saldatura e mediante analisi agli elementi finiti, è stata simulata la fase di assemblaggio del filtro con l’applicazione di una pressione uniforme sulla base superiore del fondello, per diversi valori dei parametri di saldatura.
Le analisi agli elementi finiti effettuate hanno permesso di determinare lo stato tensionale nelle varie sezioni e le variazioni di corsa dell’iniettore al variare dei parametri di saldatura. Al fine di valutare la sicurezza della struttura, nel caso in cui la saldatura non venga eseguita correttamente, sono stati inoltre analizzati valori dei parametri inferiori a quelli critici, ammessi dalla norma interna della casa costruttrice.
La convergenza del modello è stata verificata simulando la prova di collaudo della saldatura e confrontando i risultati ottenuti con quelli sperimentali, forniti dal costruttore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE egli ultimi decenni l’avvento delle nuove tecnologie automobilistiche ha portato notevoli miglioramenti per quello che riguarda il settore “Fuel-Management”, ovvero quello della preparazione della miscela aria/combustibile e distribuzione della stessa tra i vari cilindri. Queste operazioni, precedentemente effettuate meccanicamente con i carburatori, vengono attualmente gestite da sistemi elettronici che, grazie ai segnali inviati da una serie di sensori, tengono conto dei regimi di funzionamento del motore e della composizione dei gas di scarico, adeguando ad ogni ciclo le caratteristiche della miscela. Un sistema di questo tipo necessita di un livello di controllo e di una precisione che i classici carburatori, anche se a controllo elettronico, non sono in grado di garantire. I problemi precedentemente illustrati sono stati superati con l’introduzione degli elettroiniettori, che intervengono sulla distribuzione del combustibile nel condotto di aspirazione (iniezione indiretta) o direttamente nel cilindro (iniezione diretta). In entrambi i casi gli elettroiniettori vengono controllati da una centralina elettronica che invia degli impulsi ad un solenoide. La circolazione di corrente all’interno del solenoide genera un campo magnetico indotto che provoca l’alzata di una piccolo spillo e l’apertura dell’ugello. Lo spostamento dello spillo definisce la corsa dell’iniettore che, in condizioni ottimali, è di qualche decina di micron. N

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anova
con k fattori su w livelli
doe
elementi finiti
elettroiniettore
fem
iniezione elettronica
saldatura laser
saldatura laser nd-yag
stato tensionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi