Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione per processi in una azienda del settore energetico : il processo ''flussi gas'' in Energia S.p.A.

Gestione per processi , Business Process Reengineering , Tool di Modellizzazione , Analisi del settore Energetico (Elettricità e Gas).

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Oggetto di questo lavoro è la tematica della riprogettazione dei processi aziendali. Dal punto di vista concettuale, la teoria su cui ci siamo appoggiati è quella del Business Process Reengineering. Per Business Process reengineering ( BPR ) intendiamo un approccio strutturato all’innovazione tecnologico-organizzativa finalizzato ad ottenere miglioramenti radicali nelle prestazioni tramite il ridisegno dei processi aziendali. Padre fondatore di questa corrente è Hammer M., che nel 1990 pubblica assieme a Champy J. l’opera “Reengineering the corporation”, considerato il manifesto del BPR in quanto per primo razionalizza e concretizza in un volume scritto una teoria di riprogettazione e “reingegnerizzazione” aziendale. Questo lavoro si articola in una prima parte di esposizione degli argomenti teorici che poi vengono ripresi, approfonditi ed applicati nella seconda parte che descrive la nostra esperienza di stage presso l’azienda Energia s.p.a.. Il percorso da noi compiuto parte da una riflessione circa i mutamenti di scenario economico che si sono verificati nell’ultimo decennio del secolo scorso. Questi mutamenti possono essere schematizzati con il modello delle “tre C” : i clienti prendono il sopravvento, la concorrenza richiede una continua necessità di innovarsi per poter sopravvivere, ed il cambiamento, come diretta conseguenza, diventa pervasivo e permanente. Come immediata risposta alle nuove richieste poste dal mercato, è fondamentale che le organizzazioni da un lato ristrutturino la propria struttura organizzativa ed operativa orientandosi per processi, dall’altro che imparino a concepire il cambiamento come la norma, e l’innovazione come necessaria chiave per la sopravvivenza ed il successo all’interno del panorama competitivo. Ragionare in termini di processo porta l’organizzazione ad orientarsi sempre più verso il mercato e le attese dei clienti : l’output di ogni attività mira alla creazione del prodotto finale richiesto dal mercato e gli obiettivi e le performance che tale prodotto deve raggiungere sono quelle indicate dai clienti. Risulta quindi necessario per l’impresa operare tale mutamento del proprio modello organizzativo tradizionale passando da una struttura di tipo funzionale ad una di tipo processivo. Tutto ciò costituisce la base per lo sviluppo delle teorie di business process management (BPM). Se da un lato l’odierno scenario richiede l’orientamento dell’organizzazione alla gestione per processi, dall’altro diventa sempre più pressante l’esigenza di affrontare di continuo la necessità del cambiamento. Le imprese, infatti, si trovano ad operare in uno V

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Barberini Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3366 click dal 10/10/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.