Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Recettori metabotropici mGlu5 del glutammato e apoptosi neuronale in un modello di dolore neuropatico nel ratto

l’attività di ricerca di Dario Siniscalco è stata rivolta allo studio del glutammato e dei suoi recettori nella modulazione della nocicezione. Si è interessato, in particolare, al ruolo svolto dai recettori metabotropici del glutammato a livello spinale nell’induzione di apoptosi neuronale in un modello di dolore neuropatico nel ratto. A tale scopo ha utilizzato diversi approcci sperimentali quali: tecniche di biologia molecolare e di biochimica (RT-PCR semiquantitativa, Western Blot, saggi di attività enzimatica), tecniche morfologiche (immunoistochimica, microscopia di fluorescenza, microscopia confocale), tecniche per l’analisi comportamentale.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 1.1 La percezione del dolore Il dolore è un fenomeno cosciente, percettivo, corticale, estremamente specifico ed ha una funzione protettiva molto importante: avverte l’organismo della presenza potenziale o reale di un danno. Diversamente da altre modalità somatiche, il dolore è caratterizzato da una componente limbica che conferisce ad esso un importante vissuto affettivo ed emozionale; infatti, l’intensità con la quale il dolore è avvertito è condizionata dall’ambiente e lo stesso stimolo doloroso può produrre, a parità di condizioni, risposte differenti ed imprevedibili in soggetti diversi. Il dolore, quindi, non è solo una percezione, ma rappresenta una complessa e multimodale esperienza non piacevole associata ad un danno potenziale o in atto. Da un punto di vista anatomo- fisiologico il dolore (o la percezione nocicettiva) origina già dai territori più periferici del sistema nervoso. Alcuni tessuti, infatti, hanno recettori sensori specializzati, i nocicettori, che sono attivati da specifici inputs dolorosi. Poichè la nocicezione, cioè la

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Medicina Sperimentale

Autore: Dario Siniscalco Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4206 click dal 18/10/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.