Skip to content

Affari nel pallone - il business della chiacchiera sportiva

Informazioni tesi

  Autore: Beatrice Bossi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Sociologia
  Relatore: Sandro Petrone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

E' stato il calcio a cambiare il modo di fare televisione o è stata la televisione a cambiare il modo di vivere lo spettacolo sportivo?
E’ difficile trovare una risposta, perché in verità sono esatte entrambe le affermazioni.
Da una parte, l’ avvento della televisione nel mondo dello sport ha permesso di ampliare enormemente la platea del pubblico, facendo diventare il calcio una delle discipline più praticate e seguite dell’ epoca moderna. La televisione ha permesso al tifoso di vedere sullo schermo tv uno spettacolo decisamente diverso da quello visto dal vivo: più dettagliato e lineare, in coincidenza con le regole della narrazione televisiva.
Dall’ altra parte, l’ attenzione che gli appassionati hanno rivolto al pallone si è tradotta in termini televisivi nell’ inserimento costante di eventi sportivi all’ interno dei palinsesti e nella successiva creazione di innumerevoli programmi di infotainment. Nel 1981 finisce il monopolio Rai e scatta la corsa delle emittenti private per la conquista dei diritti di trasmissione delle partite, dando avvio all’ incessante crescita dei prezzi. Ma il calcio televisivo non si riduce alla sola trasmissione della partita in campo. Il gioco più amato dagli italiani conquista sempre più spazio all’ interno dei palinsesti di tutte le emittenti attraverso la geniale traduzione della chiacchiera da Bar Sport in programmi televisivi, in cui la materia calcistica è al centro di interminabili discussioni e satire.
Inoltre la televisione ha impresso un’ accelerazione decisiva per la trasformazione dello sport in business. Infatti, molte aziende industriali hanno visto nel calcio-spettacolo un facile veicolo di trasmissione pubblicitaria del proprio marchio ed è cominciato il tentativo di acquistare spazi, in campo e in tv, per la diffusione del proprio messaggio: dalla cartellonistica agli spot, fino a giungere anche sulle divise degli stessi calciatori.
Ma tutto questo denaro ha cambiato, in qualche modo, l’ essenza etica e morale che costituisce le fondamenta di ogni disciplina sportiva? Probabilmente si. Purtroppo si.
La visibilità televisiva di quello che una volta era considerato solo un gioco, ha permesso di dare vita ad una vera e propria industria del pallone, che ormai ignora totalmente il gusto del divertimento e tende solo alla ricerca della ricchezza. Infatti, probabilmente, è proprio la ricerca ossessiva della vittoria (che porta, chiaramente, a maggiori premi in denaro) che costringe molti attori del mondo dello sport a cadere nella trappola del doping e della corruzione.
Ormai per “calcio moderno” non si intende più una innovativa tattica di gioco olandese, ma un nuovo modo di fare affari. Ebbene si, sembra proprio che grazie alla televisione il mondo del pallone sia diventato il centro di un enorme giro di denaro che permette di associare il mondo dello sport anche ai valori del profitto e della ricchezza, oltre a quelli della lealtà e correttezza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRO COS’E’ IL CALCIO-SPETTACOLO L’Italia è una repubblica democratica fondata sul gioco del calcio. Esagerato forse, ma potrebbe non essere così lontano dalla realtà. Si sa, il popolo italiano ha sempre amato il pallone e lo dimostra il fatto che su 17milioni di persone che praticano sport, più di 4milioni si definiscono calciatori 1 . E tra questi, quanti sono coloro che riflettono sul “fenomeno” calcio? Tanti, troppi. Probabilmente molti di più di coloro che giocano con il pallone solo per il gusto del divertimento. Infatti, in appena cento anni, nel nostro paese il calcio ha assunto dimensioni che vanno ben oltre la pratica sportiva: è diventato un fenomeno culturale, sociale, politico e 1 Fonte: Annuario ISTAT 2003

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

business sportivo
calcio
diritti tv
infotainment sportivo
pallone
sport
tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi