Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Percorsi di crisi e modalità di ristrutturazione aziendale in Fiat Auto

L’obiettivo della presente trattazione è quello di analizzare, attraverso la definizione di un quadro puntuale e critico, la strategia di ristrutturazione aziendale programmata dal management di Fiat (Agnelli-Morchio), e resasi necessaria a causa della continua crisi che attanaglia il gruppo torinese da ormai diversi mesi, ed esaminare se essa sia in grado di riuscire nel rilanciare Fiat Auto.
Il lavoro si propone come una personale chiave di lettura dell’argomento in questione e in tal senso saranno presentate le mie impressioni ed opinioni, sia riguardo alle cause che hanno determinato tale riorganizzazione sia soprattutto riguardo ai fattori su cui il management punta per il rilancio aziendale.
La tesi, che è di tipo aziendale, sarà focalizzata sulle categorie concettuali di crisi e di restructuring, senza sottovalutare che, per fornire una chiara lettura degli argomenti, nel caso specifico di Fiat, il più grande gruppo industriale italiano, non si potrà prescindere dall’esame dei singoli soggetti e delle strategie che hanno segnato la storia del Lingotto. Il lavoro non vuole essere una “storia” della Fiat ma semplicemente un’analisi in chiave manageriale delle caratteristiche, delle sfide competitive e delle modalità strategiche con cui la Fiat ha deciso il suo ruolo in tutto il secolo scorso e soprattutto in quello attuale. Pertanto l’ottica assunta non è quella dello storico, ma piuttosto quella dell’economista aziendale e del manager: nell’esame dei percorsi di crisi e delle modalità di ristrutturazione in Fiat Auto si è gestito il lavoro partendo dai concetti di crisis e di corporate restructuring inquadrandoli in precisi e puntuali contesti storici di riferimento e giungendo a delle personali conclusioni riguardo la strategia con cui il management di Fiat ha programmato il rilancio aziendale. Per fare ciò, nella personale convinzione che la centralità di un’impresa è rappresentata proprio dalle risorse umane e dalle strategie che il management attua, nella seguente esposizione si è dato ampio spazio alle tematiche centrali, che occupano la maggior parte del testo, ma anche ai soggetti che hanno guidato il gruppo nel corso della sua storia e alle strategie che sono state attuate per far competere il gruppo torinese.
In questo lavoro, la documentazione economica e statistica, relativa ai dati economico-finanziari dell’azienda torinese e del settore automobilistico, rappresenta una parte importante del lavoro, così ogni assunto è stato costruito su dati certi e puntuali e argomentato in base agli strumenti concettuali dell’economista d’impresa.
La struttura del lavoro è articolata in due parti. Nella prima, di tipo prettamente descrittivo e coincidente con i primi due capitoli, si fornisce un’immagine di quello che sono, oggi, il Gruppo Fiat e Fiat Auto, entrando nello specifico della loro storia, delle loro scelte, delle loro strategie. La seconda parte verte sul tema specifico della tesi e fornisce una completa analisi delle cause e delle strategie relative all’attuale processo di ristrutturazione di Fiat Auto.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE L’obiettivo della presente trattazione è quello di analizzare, attraverso la definizione di un quadro puntuale e critico, l’ultima strategia di ristrutturazione programmata dal management di Fiat e resasi necessaria a causa della continua crisi che attanaglia il gruppo torinese da ormai diversi mesi, ed esaminare se essa sia in grado di riuscire nel rilanciare Fiat Auto. Il lavoro si propone come una personale chiave di lettura dell’argomento in questione e in tal senso saranno presentate le mie impressioni ed opinioni, sia riguardo alle cause che hanno determinato tale riorganizzazione sia soprattutto riguardo ai fattori su cui il management punta per il rilancio aziendale. La tesi, che è di tipo aziendale, sarà focalizzata sulle categorie concettuali di crisi e di restructuring, senza sottovalutare che, per fornire una chiara lettura degli argomenti, nel caso specifico di Fiat, il più grande gruppo industriale italiano, non si potrà prescindere dall’esame dei singoli soggetti e delle strategie che hanno segnato la storia del Lingotto. Il lavoro non vuole essere una “storia” della Fiat ma semplicemente un’analisi in chiave manageriale delle caratteristiche, delle sfide competitive e delle modalità strategiche con cui la Fiat ha deciso il suo ruolo in tutto il secolo scorso e soprattutto in quello attuale. Pertanto l’ottica assunta non è quella dello storico, ma piuttosto quella dell’economista aziendale e del manager: nell’esame dei percorsi di crisi e delle modalità di ristrutturazione in Fiat Auto si è gestito il lavoro partendo dai concetti di crisis e di corporate restructuring inquadrandoli in precisi e puntuali contesti storici di riferimento e giungendo a delle personali conclusioni riguardo la strategia con cui il management di Fiat ha

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Costanzo Contatta »

Composta da 336 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11415 click dal 21/10/2005.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.