Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dall'Ansa ai quotidiani: riformulazione linguistica della notizia

La tesi intende sviluppare un momento particolare della produzione giornalistica da un punto di vista linguistico: il passaggio della notizia dall'agenzia di stampa al quotidiano. Attraverso una analisi concreta di testi, è stato possibile individuare elementi di continuità, omogeneità o differenze sostanziali, che permettono di capire cause e conseguenze di strategie comunicative nei due poli della comunicazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 PRESENTAZIONE La tesi che mi sono proposta di sviluppare ha come argomento il linguaggio giornalistico. La materia è piuttosto ampia, variegata, ricchissima di considerazioni, di studi e di approfondimenti sia a livello linguistico, sia a livello sociologico. Il giornalismo si colloca tra le più antiche arti e applicazioni pratiche della comunicazione. Nella società moderna occupa una posizione di prestigio, importanza, influenza: è diventato il quarto potere della nostra civiltà. E’ uno specchio che riflette lo sviluppo della realtà circostante, lo fa proprio, lo deforma e lo trasmette attraverso la sua arma più efficace: il linguaggio. Proprio partendo da un’attenta analisi del linguaggio giornalistico siamo in grado di esprimere considerazioni sullo sviluppo della lingua, sulle sue nuove tendenze, sui suoi usi nella società, sulla realtà stessa. Nel mio percorso ho cercato di circoscrivere una materia così ampia ed eterogenea, soffermandomi su un momento particolare della produzione giornalistica: il passaggio della notizia dall’agenzia di stampa al quotidiano. Per fare ciò, ho anzitutto analizzato il funzionamento di un’agenzia di stampa, la raccolta delle fonti, la nascita di una notizia, lo sviluppo di un articolo e la sua diffusione. Si tratta di un’industria della comunicazione molto complessa, dotata di regole e meccanismi di funzionamento estremamente precisi. Una volta creata e trasmessa la notizia, ho cercato di capire in che modo (sia a livello qualitativo, sia quantitativo) il lavoro dell’agenzia venisse sfruttato: analizzando a livello grafico, testuale, sintattico e lessicale le divergenze, le riformulazioni o le comunanze che univano questi due poli chiave della comunicazione, sono riuscita ad entrare con concretezza nel mondo dell’informazione e nella sua realtà linguistica. Si è trattato di un viaggio affascinante, un percorso ricco di mete diverse che si sono incrociate e completate fra loro. Ho posato il mio sguardo indagatore sulla lingua italiana, sul suo uso complesso e polivalente nel mondo dei giornali, sulle diverse strategie comunicative adottate dai diversi quotidiani, sulle cause e le conseguenze alle quali portano le riformulazioni linguistiche di una stessa notizia, trasmessa da un’agenzia di stampa e fruita attraverso un quotidiano.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Levi Federica Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2762 click dal 16/11/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.