Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Da Berlino a Panama: la Spy Story di John LeCarré

Attraverso l'analisi e il confronto dei tratti distintivi del "genere" giallo e il romanzo di spionaggio, la mia tesi intende visualizzare l'evoluzione subita dalla "spy story" anglosassone, avvalendosi di uno dei suoi maggiori romanzieri contemporanei, John LeCarré. L'introduzione indaga sulla nascita del romanzo giallo come genere"di consumo", e del successivo germoglare della Spy Story a tutto tondo. I capitoli successivi sono dedicati all'analisi dei romazi più significativi di LeCarré: da "The Spy Who Came in from the Cold" al satirico/amaro "The Tailor of Panama". In essi, l'autore schizza l'evoluzione non solo del genere, ma anche il significato di "Englishness".

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La Spy Story 1. Breve profilo storico della Spy Story La spy story nasce verso l’inizio del ventesimo secolo e, nelle sue prime manifestazioni, si presenta come il risultato della fusione tra il romanzo d’avventura di impostazione coloniale e il poliziesco, forme romanzesche che hanno le loro origini negli ultimi decenni dell’Ottocento. 1 Infatti, è verso il 1880 e 1890 che parole come thriller e shocker entrano in uso nel linguaggio letterario per indicare la “proliferating cheap sensational fiction” 2 che inizia a circolare in Inghilterra, grazie allo sviluppo della cultura e della letteratura di massa. Il romanzo di spionaggio fa parte, quindi, di quella che viene definita letteratura di massa, cioè una produzione artistica che si rivolge ad un pubblico più ampio, più popolare, alla quale viene attribuito un valore artistico scarso, e che dunque non è ritenuta degna di un’analisi accademica più articolata. La considerazione negativa riservata ad essa è evidenziata in uno studio critico sulla narrativa formulaica: 1 Cfr. Denning, Michael, Cover Stories. Narratives and Ideology in the British Spy Thriller, London, Routledge & Kegan, 1987, p. 18 2 IBIDEM, p. 19

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Sara Lazzati Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2030 click dal 12/01/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.