Skip to content

Il silenzio-rifiuto della P.A.

Informazioni tesi

  Autore: Elena Valusso
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giovanbattista Verbari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 192

La mia ricerca è stata il frutto di un'accurata indagine storico-giuridica dell'istituto del silenzio-rifiuto della Pubblica Amministrazione nel corso dell'ultimo secolo , ovvero dal momento in cui è venuto in evidenza nel panorama giuridico amministrativo .
Particolare attenzione è stata poi dedicata alle recenti modifiche procedimentali , con ovvie implicazioni processuali , intervenute nel corso dell'anno 2005: precisamente nel febbraio e nel maggio del suddetto anno , modifiche di notevole interesse sia per i profili dottrinali sia giuridici . La passione nel cercare un adeguata tutela per il cittadino italiano angariato dinanzi all' inerzia della P.A. è stato lo stimolo principale del mio lavoro e della mia indagine .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pagina 1 di 192: IL SILENZIO-RIFIUTO DELLA P.A. IL SILENZIO-RIFIUTO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Introduzione: Achille e la Tartaruga… Il parlamento italiano ha avuto e continua ad avere un approccio ai problemi che avviluppano la giustizia amministrativa simile a quello degli antichi sofisti, secondo i quali Achille non avrebbe mai potuto raggiungere la tartaruga che gli camminava dinanzi, sebbene il mitico, velocissimo eroe corresse molto più in fretta della tartaruga. Essi, infatti, affermavano che non appena Achille percorre lo spazio che lo separa dalla tartaruga, quest’ultima copre davanti a lui la decima parte di questo spazio; mentre Achille poi percorre questa decima parte, la tartaruga ne percorre una centesima, e così via fino all’infinito. I sofisti, quindi, ritenevano il problema irrisolvibile. Sennonché l’assurdità della tesi (Achille non raggiungerà mai la tartaruga) consisteva nell’osservare la realtà con arbitrio, ammettendo unità discontinue di movimento, mentre il movimento di Achille e della tartaruga si compiva senza interruzione. Il problema avrebbe potuto essere agevolmente risolto (ma i sofisti intendevano davvero risolverlo? Risolvendolo, cioè, non avrebbero tradito il loro credo ed il loro spirito?) non prendendo volta per volta delle unità di misura sempre più piccole di movimento (un decimo, un centesimo, e così via del tratto percorso da Achille), ma, partendo da una quantità infinitamente piccola e la progressione fino ad un decimo, operare la somma di questa progressione 1 . Alla stessa stregua potremmo domandarci se esiste un’imperterrita quanto rigorosa e granitica volontà del potere legislativo (nel suo insieme senza fare nessuna distinzione tra maggioranza ed opposizione) di apprestare mezzi del tutto non idonei ed efficaci per correggere e sanzionare le inefficienze, le iniquità, gli errori o più semplicemente le illegittimità a cui il potere amministrativo più o meno inconsapevolmente si espone. Se dovessimo spiegare ad uno straniero i meccanismi ed in generale il nostro sistema di giustizia amministrativa 2 articolato in un doppio grado di giurisdizione, 1 G. LEONE, Brevi note a margine della legge n. 205 del 2000 un passo avanti verso il giusto processo amministrativo. 2 M. S. GIANNINI, Discorso generale sulla giustizia amministrativa, in Riv. dir. proc., 1963.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amministrazione
inerzia
legge 15/2005
legge 241/1990
legge 80/2005
p.a.
procedimento amministrativo
processo amministrativo
pubblica
silenzio rifiuto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi