Skip to content

Strategie di marketing e logiche di posizionamento per la rinascita di un brand nel mercato automobilistico: il caso MINI

Informazioni tesi

  Autore: Luca Lori
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Comunicazione d'impresa
  Relatore: Alberico di Meo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 147

Nel settembre del 2000, a oltre 40 anni dal suo rivoluzionario debutto, la geniale autovettura progettata da Sir Alec Issigonis, ha passato il testimone alla nuova Mini prodotta dal gruppo BMW. Il lancio di una nuova autovettura nel contesto attuale del mercato automobilistico mondiale è un’impresa densa di significati per un’azienda automobilistica. Significa poter concretizzare un risultato in termini economici e d’immagine non solo a livello nazionale ma anche mondiale. Nel caso portato in esame in questa tesi si assiste alla riedizione di un modello di successo del passato. La nuova Mini possiede il patrimonio genetico e le caratteristiche del modello che l’ha preceduta ma allo stesso tempo è più grande, più potente e più esaltante.
Lo studio di questo particolarissimo caso aziendale è ispirato dall’obiettivo di individuare i motivi di un successo commerciale, legato alla rinascita di un marchio storico del panorama automobilistico internazionale, ottenuto grazie all’uso di sapienti tecniche di marketing strategico e all’esperienza di un management competente come quello del gruppo BMW. La tesi si compone di due “macro” sezioni: nella prima si affronta un’analisi dell’andamento e delle tendenze attuali nel settore automobilistico con particolare riferimento al panorama Italiano. Viene poi presentato un quadro dello scenario competitivo in cui è inserita la MINI, con particolare attenzione a quelle che sono le sue dirette concorrenti. La seconda parte ci si concentra sulle dinamiche che hanno fatto della MINI la prima vera “premium small car”, cercando di individuare tutti gli ingredienti del suo successo attraverso l’analisi di tutte le componenti del “marketing mix” (prodotto, prezzo, distribuzione e comunicazione)e le sue applicazioni strategiche, congeniali al tipo di target cui si rivolge. La Mini è un’auto che ha lasciato il segno in questa seconda metà del secolo, divenendo un fenomeno di costume. Nata per essere l’utilitaria dei nuovi nuclei familiari del boom economico, è divenuta una vettura di moda, lo specchio che rifletteva uno stile di vita e il modo di essere del suo possessore. Con il suo essere divertente, la MINI in passato riuscì a trasformare in virtù persino i suoi potenziali difetti, come l’interno relativamente piccolo. La nuova MINI rappresenta meglio di altre sue contemporanee il simbolo della civiltà di massa, della sua trasversalità e voglia di personalizzazione (con le sue 120mila combinazioni di colori e allestimenti possibili). Questi fattori addizionati alle forti emozioni di guida che questa vettura regala, sono riusciti a conquistare i cuori di milioni di appassionati e non, facendo rivivere questo mito su quattro ruote.
Per concludere possiamo affermare, che in questo momento di forte crisi economica che si riflette in tutti i mercati, ed inevitabilmente anche in quello delle automobili, la BMW è riuscita, senza scendere a compromessi, a dare nuova vita ad una delle pietre miliari dell’industria automobilistica mondiale, adattandola alle tendenze attuali e alle richieste del mercato. L’azienda tedesca ha saputo però mantenere quelle caratteristiche e quelle qualità (design, piacere di guida e alta personalizzazione) che già negli anni ’60 avevano contribuito a far divenire quel “go-kart con il tetto” un’icona di quella epoca ed un mito che resiste ancora oggi. Per questo BMW ha individuato in questa macchina il mezzo per accedere dalla porta principale, in un segmento come quello delle “piccole” (small car), in cui non era mai stata presente al contrario delle sue maggiori concorrenti (Mercedes, Volkswagen…). Come abbiamo visto nel corso della trattazione, anche in questa sfida commerciale, non si è rinunciato alla strategia “premium” che contraddistingue tutti i prodotti del marchio bavarese. Il successo è stato ottenuto attraverso la declinazione di sapienti strategie di marketing ritagliate su misura per il proprio target, chiamato attivamente ad interagire col prodotto e a viverne l’universo valoriale (web marketing, sponsorizzazioni, concorsi). Sì perché MINI vuole essere più di un’auto: vuole rappresentare l’identità e la personalità di chi la possiede ed instaurare un rapporto fatto di divertimento e di passione (un brand emozionale, come abbiamo già detto). Quindi il cliente è al centro dell’attenzione in ogni attività svolta dall’azienda produttrice: dalla comunicazione che mira a far compiere l’acquisto, alle infinite possibilità di “car-costumization”, fino ai servizi e alle iniziative associate al post-acquisto. Tutte queste soluzioni portano alla creazione di quel sentimento di fiducia e di fedeltà alla marca, ripagando la competenza e la professionalità del management in termini di vendite e quote di mercato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Nel settembre del 2000, a oltre 40 anni dal suo rivoluzionario debutto, la geniale autovettura progettata da Sir Alec Issigonis, ha passato il testimone alla nuova Mini prodotta dal gruppo BMW. Il lancio di una nuova autovettura nel contesto attuale del mercato automobilistico mondiale è un’impresa densa di significati per un’azienda automobilistica. Significa poter concretizzare un risultato in termini economici e d’immagine non solo a livello nazionale ma anche mondiale. Nel caso portato in esame in questa tesi si assiste alla riedizione di un modello di successo del passato. La nuova Mini possiede il patrimonio genetico e le caratteristiche del modello che l’ha preceduta ma allo stesso tempo è più grande, più potente e più esaltante. Lo studio di questo particolarissimo caso aziendale è ispirato dall’obiettivo di individuare i motivi di un successo commerciale, legato alla rinascita di un marchio storico del panorama automobilistico internazionale, ottenuto grazie all’uso di sapienti tecniche di marketing strategico e all’esperienza di un management competente come quello del gruppo BMW. La tesi si compone di due “macro” sezioni: nella prima si affronta un’analisi dell’andamento e delle tendenze attuali nel settore automobilistico con particolare riferimento al panorama Italiano. Viene poi presentato un quadro dello scenario competitivo in cui è inserita la MINI, con particolare attenzione a quelle che sono le sue dirette concorrenti. La seconda parte ci si concentra sulle dinamiche che hanno fatto della MINI la prima vera “premium small

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

automotive
brand forte
comunicazione
marketing
mini
premium small car
rinascita di un brand

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi