Skip to content

Diritto della Comunità Europea: Politica industriale dell'Unione Europea e della Comunità Europea

Informazioni tesi

  Autore: Gerardo Caggiano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Edoardo Greppi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 335

La presente tesi di laurea è centrata sulla politica industriale della Comunità Europea, sui programi comunitari del settore in oggetto e su molti altri argomenti di stampo "industriale"; si pensi alle PMI (piccole e medie imprese) ed alle facilitazioni di cui esse usufruiscono oggi per inserirsi sul mercato internazionale oltre che ai fondi europei ai quali esse possono attingere per soddisfare esigenze organizzative interne (progetti di formazione del personale, per citare un caso); l'elaborato in questione raccoglie preziose informazioni che possono aiutare un'impresa a svilupparsi al di fuori dei propri confini nazionali senza necessariamente investire ingenti quantità di denaro. L'industria, un settore che, come potrete scoprire durante le Vs. ricerche, non è stato ancora mai trattato approfonditamente, almeno dal punto di vista giuridico. Un grande interesse per il settore industriale, in cui svolgo la mia professione da ormai dieci anni, e una passione per i Paesi esteri, mi hanno spinto a trattare questo argomento il quale, oltre ad approfondire le mie conoscenze mi ha permesso di utilizzare le stesse nell'industria presso la quale presto attualmente servizio.

Breve presentazione professionale: buona parte della normativa di cui sopra è stata ed è di attuale ed indispensabile applicazione nella mia ormai lunga esperienza professionale. [Attualmente presto attività presso il Gruppo multinazionale PRIMA INDUSTRIE S.p.A. - HR Personnel Mgm Manager].

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’industria in un contesto europeo. Nel corso degli ultimi decenni l’industria ha subito, nel suo complesso, una profonda ed incisiva trasformazione: sono cambiate le strutture produttive per effetto delle nuove tecnologie, le quali hanno fatto progressi che sino a poco tempo fa non si pensava potessero essere raggiunti (per citare un esempio, si pensi al settore dell’industria informatica). Si sono altresì modificate le dinamiche di mercato, con lo sviluppo e la regolamentazione di alcune discipline collegabili all’industria ed alla sua attività, ossia il sistema della concorrenza, le concentrazioni, le intese, l’ambiente. Tale cambiamento si deve soprattutto al fatto che, con l’apertura ai traffici commerciali tra i Paesi aderenti alla Comunità Europea, le imprese debbono dare attuazione e rispettare regole fondamentali, le quali sono la base per il corretto funzionamento del sistema industriale. L’industria ha affrontato periodi di crisi alternati a momenti di rigogliosa crescita; ristrutturazioni e riorganizzazioni in gran parte necessitate dal bisogno di aggiornamento e sviluppo tecnologico. Fra tali imprese, i settori che nel corso di questi decenni hanno raggiunto altissimi livelli di sviluppo sono stati quelli delle telecomunicazioni e dell’elettronica, mentre ha perso competitività quello tessile. Affinché si possano esaminare le politiche industriali, l’aspetto più significativo da menzionare è la nascita di un nuovo centro decisionale, ossia la Comunità Europea, trasformatasi in Unione Europea, la quale è andata ad affiancarsi, ed in qualche misura a sovrapporsi, ai centri decisionali delle singole Nazioni. La conseguenza di tale innovazione è stata lo sviluppo di una politica industriale sovrastatale. La politica industriale è, da diversi anni, oggetto di controversie tra gli Stati membri dell’Unione Europea, i quali hanno sempre voluto gelosamente custodire e regolamentare a livello nazionale questa materia; ma le sfide I

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aiuti di stato, aiuti per la formazione
ceca
costituzione europea
delors, diritto industriale
direttiva bolkenstein, parlamento europeo
diritto della comunità europea, direttive
diritto industriale
eten, race
euratom
eureka, esprit
euro info centre
eurofer
europa allargata
finanziamenti per progetti comunitari
giurisprudenza
information society
memorandum colonna
parlamento europeo
piccole e medie imprese
programmi quadro ce,ue
smes, ipm, regolamenti comunitari
trattati della comunità europea
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi