Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Comune di Nimis dopo il 25 aprile 1945. Dai verbali del CLN comunale.

Il presente lavoro nasce dalla volontà di ripercorrere gli avvenimenti storici che hanno caratterizzato un Comune del Friuli - Venezia Giulia, Nimis, dopo il 25 aprile 1945. Oggetto di studio, infatti, è la fase intercorrente tra la fine del secondo conflitto mondiale ed il lento ritorno alla democrazia culminato con lo svolgimento delle prime elezioni amministrative del 7 aprile 1946. Quest’arco temporale è contraddistinto da un vuoto istituzionale colmato dall’attività del Comitato di Liberazione Nazionale comunale e della Giunta comunale provvisoria.
La ricerca nasce e si sviluppa grazie al ritrovamento, presso l’archivio comunale di Nimis, degli atti redatti dal CLN comunale nel 1945 - 1946. Dalla loro lettura è possibile ottenere una straordinaria testimonianza delle condizioni sociali del Comune, delle esigenze della popolazione e delle iniziative intraprese dal CLN. Al fine di consentire una visione diretta dei documenti, in Appendice, sono stati riportati i verbali del CLN e la documentazione ad essi allegata. La trascrizione degli atti è stata eseguita avendo cura di rispettarne l’esatto contenuto.
L’esame storiografico, pertanto, è stato eseguito non solo prendendo le mosse dall’assetto del CLN e della Giunta ma anche tenendo conto delle condizioni sociali ed economiche del Comune di Nimis che durante l'estate del 1944 era stato protagonista della costituzione della cd. "Zona Libera del Friuli Orientale", ma proprio in conseguenza di questo avvenimento subì la dura rappresaglia tedesco - cosacca che il 29 settembre 1944 portò gran parte del Comune ad essere incendiato con dure conseguenze per la popolazione. Quindi, dopo aver fornito dei cenni storici e geografici sul Comune, nei Capitoli II e III sono analizzati i problemi della realtà locale con le relative soluzioni adottate dal CLN e dalla Giunta. Nel Capitolo IV sono esaminati, invece, i risultati elettorali delle prime elezioni amministrative dopo la caduta del fascismo ed infine, nel Capitolo V, sono riportate le conclusioni della ricerca. L’Appendice, oltre ai citati atti del CLN, è composta dal regesto delle delibere del Commissario Prefettizio, della Giunta e del Consiglio comunale, dalle interviste realizzate con alcuni testimoni dell’epoca e da un repertorio fotografico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il presente lavoro nasce dalla volontà di ripercorrere gli avvenimenti storici che hanno caratterizzato un Comune del Friuli - Venezia Giulia, Nimis, dopo il 25 aprile 1945. Oggetto di studio, infatti, è la fase intercorrente tra la fine del secondo conflitto mondiale ed il lento ritorno alla democrazia culminato con lo svolgimento delle prime elezioni amministrative del 7 aprile 1946. Quest’arco temporale è contraddistinto da un vuoto istituzionale colmato dall’attività del Comitato di Liberazione Nazionale comunale e della Giunta comunale provvisoria 1 . La ricerca nasce e si sviluppa grazie al ritrovamento, presso l’archivio comunale di Nimis, degli atti redatti dal CLN nel 1945 - 1946. Dalla loro lettura è possibile ottenere una straordinaria testimonianza delle condizioni sociali del Comune, delle esigenze della popolazione e delle iniziative intraprese dal CLN. Al fine di consentire una visione diretta dei documenti, in Appendice, sono stati riportati i verbali del CLN e la documentazione ad essi allegata. La trascrizione degli atti è stata eseguita avendo cura di rispettarne l’esatto contenuto. L’esame storiografico è stato eseguito non solo prendendo le mosse dall’assetto del CLN e della Giunta ma anche tenendo conto delle condizioni sociali del Comune. Lo studio dei fatti è stato ispirato ad entrambe le esigenze. Dopo aver fornito dei cenni storici e geografici sul Comune, nei Capitoli II e III sono analizzati i problemi della realtà locale con le relative soluzioni adottate dal CLN e dalla Giunta. Nel Capitolo IV sono esaminati, invece, i risultati elettorali delle prime elezioni amministrative dopo la caduta del fascismo ed infine, nel Capitolo V, sono riportate le conclusioni. L’Appendice, oltre ai citati atti del CLN, è composta dal regesto delle delibere del Commissario Prefettizio, della Giunta e del Consiglio comunale, dalle interviste realizzate con alcuni testimoni dell’epoca e da un repertorio fotografico. 1 Il Comitato di Liberazione Nazionale, di seguito, verrà indicato anche CLN.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Carlo De Bortoli Albricci Contatta »

Composta da 371 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1030 click dal 12/01/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×