Skip to content

Storia del Gruppo Mediaset, impresa leader nel settore della comunicazione

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Maria Dellisanti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Federico Pirro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 413

La tesi, nella prima parte, vuole essere un contributo alla conoscenza delle intuizioni imprenditoriali, delle idee e delle decisioni di cui è punteggiata la storia del Gruppo Fininvest. Passo dopo passo, si ricostruisce lo straordinario cammino di apprendimento imprenditoriale compiuto da Silvio Berlusconi nel settore immobiliare, prima, e nel settore televisivo, poi. Un elemento importante per il successo duraturo di un’azienda di grandi dimensioni – accanto alla gestione degli equilibri economico-finanziari e degli equilibri tra funzioni aziendali – è la gestione di relazioni equilibrate con il mondo politico. I rapporti tra Fininvest e potere politico non sono al centro dell’attenzione della tesi. Si lasciano solo intravedere le burrasche attraversate dal Gruppo prima e dopo l’ingresso di Silvio Berlusconi sulla scena politica del Paese. Negli ultimi anni il Gruppo è stato al centro delle polemiche del mondo politico, costantemente nel mirino dei media e oggetto di numerose inchieste giudiziarie. A questo riguardo, la decisione di aprire il capitale di Mediaset a primari istituti di credito e la successiva quotazione sul mercato borsistico hanno rappresentato un positivo punto di svolta. Con queste scelte, infatti, le attività maggiormente esposte alle congiunture politiche venivano enucleate dal resto del Gruppo e messe nelle condizioni di gestire autonomamente le loro relazioni con il governo e il mondo politico nell’interesse di un azionariato che vede una significativa presenza di investitori istituzionali e del risparmio privato.
La seconda parte della tesi è dedicata all’analisi dei bilanci del Gruppo Mediaset 1998-2003. La holding ha conseguito risultati ampiamente positivi, confermandosi come una delle più gratificanti realtà dell’industria italiana. Nonostante il verificarsi di lunghi periodi di stagnazione economica a livello nazionale e internazionale, come nel biennio 2001-2002, il Gruppo Mediaset ha mantenuto elevati livelli di redditività in decisa controtendenza rispetto al principale concorrente nostrano e ai principali gruppi televisivi europei.
Nel corso di questi anni Mediaset si è resa protagonista di importanti operazioni sul mercato italiano ed estero. In Italia nel dicembre 2002 è stato perfezionato l’acquisto della quota del 2,73% di Hopa S.p.A., holding finanziaria di partecipazioni che nel 2003 è entrata in possesso di una quota di partecipazione del 16% di Olimpia S.p.A., holding a cui fa capo la quota di maggioranza relativa del Gruppo Olivetti/Telecom Italia. Mediaset ha confermato così la scelta strategica di presidio nel settore delle telecomunicazioni, ritenuto cruciale nel contesto del nuovo sistema di trasmissione digitale terrestre, soprattutto in termini di distribuzione e fornitura di servizi in banda larga, interattività e accesso all’utente finale.
Sul fronte internazionale nell’ottobre del 1999 è nato il Gruppo Epsilon, joint venture paritetica tra il Gruppo Mediaset e il Gruppo Kirch. Tale Gruppo è nato con il compito di sviluppare su scala europea l’attività di produzione, acquisizione e distribuzione di contenuti (film, TV movie, serie ecc.). Successivamente, nel corso del 2001 è stata perfezionata l’operazione di conversione dell’investimento Epsilon nella partecipazione del 2,28% in Kirch Media. Nell’aprile 2002 Kirch Media, in seguito all’impossibilità di far fronte alla crisi di liquidità progressivamente aggravatasi durante i primi mesi dell’anno, soprattutto a causa dei mancati incassi della consociata Kirch Pay TV, ha presentato istanza di insolvenza preliminare presso la competente sezione del Tribunale di Monaco di Baviera. A giugno, alla luce del mancato raggiungimento di un accordo relativo ad una possibile ricapitalizzazione della società, è stata aperta la formale procedura di amministrazione controllata a carico di Kirch Media.
Sempre sul fronte internazionale nel 2003 il Gruppo Mediaset ha acquisito il controllo della propria partecipata strategicamente più rilevante, Telecinco. In base all’opportunità legata al cambio di legge in Spagna sui limiti alla proprietà dei media, Mediaset ha perfezionato l’accordo, già sottoscritto alla fine del 2002, con il Gruppo Correo, acquisendo le quote del 12% in Telecinco e Publiespana. Grazie a questa operazione Mediaset detiene le quote di controllo (52%) del primo gruppo televisivo privato spagnolo, nonché uno dei primi a livello europeo in termini di redditività.
Infine, alcune pagine della tesi riguardano l’evoluzione del quadro legislativo del settore televisivo in Italia: dalle sentenze n. 225 e 226 del 10 Luglio 1974 emesse dalla Corte Costituzionale (possibilità per i privati di esercitare l’attività televisiva via cavo in ambito locale) fino alla Legge Gasparri controfirmata dal presidente della Repubblica il 3 maggio 2004.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Tra le vicende imprenditoriali del dopoguerra, ce n’è una davvero straordinaria che parte da Milano. Una vicenda che rivela l’impegno, le incertezze, gli sforzi, il rischio, l’avvedutezza e la lungimiranza imprenditoriale di un uomo che dal nulla ha dato vita ad uno dei più importanti gruppi imprenditoriali d’Europa. Le sue origini medio borghesi ne sono la prova. Non una famiglia di grandi possibilità. All’inizio c’è solo papà Luigi che investe tutta la liquidazione – il frutto di un’intera vita di lavoro – nella prima società del figlio per la realizzazione del condominio in via Alciati. Tutti i successi di Berlusconi sono la realizzazione di sfide che ai più sembravano impossibili: “Sono un sognatore pragmatico – dice Berlusconi – altri fanno sogni che restano sogni, io cerco di trasformare i sogni in realtà. Ma nulla mi è stato facile: per arrivare, da figlio di un impiegato di banca, ho dovuto lavorare, lavorare e ancora lavorare. In tutte le attività in cui mi sono impegnato ho dimostrato che si può arrivare a risultati che possono apparire irraggiungibili. Occorre sapersi dare degli obiettivi ambiziosi, quasi delle missioni impossibili. E ci vuole del coraggio. Certo, il traguardo non deve essere proibitivo. Bisogna essere obiettivi nella valutazione dei propri mezzi. Ci deve essere una grande umiltà nel lavoro quotidiano, costante, mirato. Ed è importante l’amicizia, l’unione del gruppo. Occorre infine una assoluta lealtà nei comportamenti di tutti verso tutti in ogni situazione”. 1 Con queste regole il Cavaliere ha costruito un impero, come recitano diligentemente le schede degli archivi giornalistici. “Quando un imprenditore – spiega Berlusconi – entra in un settore nuovo, tutti i protagonisti di quel settore e i soliti soloni lo guardano con diffidenza e molti ne sorridono. Quando entrai nell’edilizia e intorno alle case costruivo 1 www.forzaitalia.it/silvioberlusconi/05_impero.htm.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi