Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La creazione di nuove iniziative imprenditoriali. Il ruolo degli incubatori d'impresa

Il lavoro mette in luce le difficoltà che si incontrano nella creazione di nuove imprese, ed in questo delicato contesto viene analizzato il ruolo degli incubatori. Sono analizzate le varie figure di incubatori d'impresa ed i servizi che offrono. Sono inoltre riportati alcuni casi aziendali a testimonianza delle performance degli incubatori.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Capitolo primo LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE 1.1 LA NASCITA DELL’IMPRESA La nascita dell’impresa non è un fenomeno casuale ed imprevisto, solitamente è il risultato di un processo decisorio articolato in un insieme concatenato di processi elementari di decisione e controllo che vanno accuratamente individuati, analizzati e programmati. L’impresa è il frutto di una deliberata attività costitutiva. «Il processo di generazione di una nuova impresa è unico per momenti costitutivi, tempi, sequenze, stimoli, localizzazione e tipologia, non facilmente generalizzabili» 1 . Infatti, sono variabili che si differenziano da caso a caso e che restano indelebili nel dna dell’impresa. Un ruolo fondamentale nella nascita dell’impresa è svolto dal potenziale imprenditore che spinto da stimoli ed idee, s'ingegna per realizzare il proprio progetto. Dietro alla volontà del soggetto promotore vi è una certa propensione psicologica determinata da valori, fattori e condizioni del potenziale imprenditore (esperienza, cultura, educazione). Per quanto riguarda invece la capacità di realizzare l’iniziativa dipende dal bagaglio di conoscenze, dalla disponibilità di risorse umane e finanziarie, dall’individuazione di un campo d'attività che si presume remunerativo, dalla possibilità di accedere ad infrastrutture tecnico-scientifiche, ecc. Inoltre, la formazione dell’impresa non è da vedere esclusivamente in funzione dell’imprenditore, ma di tutti i portatori di interessi che vi gravitano attorno (ambiente operativo, politico, sociale, culturale). Da subito si creano dei collegamenti col mondo esterno i quali offrono 1 BUTTA’ C, La genesi dell’impresa. Fondamenti cognitivi e decisori, F.Angeli, Milano, 1991, pag. 15

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Rigacci Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4770 click dal 20/12/2005.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.