Skip to content

L’emigrazione di massa dalla provincia di Modena: la percezione della stampa locale.

Informazioni tesi

  Autore: Giulio Pirondini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Culture Europee
  Relatore: Fabio Degli Esposti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 194

Il fenomeno emigratorio di massa inauguratosi nella seconda metà del XIX secolo ed esploso nei decenni a cavallo fra Ottocento e Novecento, ha prodotto anche nell'ambito locale modenese cifre consistenti. La memoria di un pesante passato emigratorio prodottosi in quegli anni all'interno di tutta la provincia, è evidenziata da numerose testimonianze di grande qualità e caratura (persino nel contesto nazionale) nonchè da un fermo proposito - sempre più sentito negli ultimi anni da parte di un numero consistente di ricercatori e studiosi - di recupero delle biografie e di quelle storie d'emigrazione, fino a tempi recentissimi, sconosciute o dimenticate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
RIASSUNTI IN LINGUA: Die Entwicklung der Emigrationswelle zwischen dem XIX. und XX. Jahrhundert in der Provinz von Modena: die journalistische Darstellung der Erscheinung. Die Jahren von 1880 bis 1914 sind als das Period der „Größen Emigration“ der italienischen Bevölkerung allgemein bekannt. Seit der zweiten Hälfte des neunzehnten Jahrhunderts, beschließte eine eindrücksvolle und zunehmende Masse von Arbeitern und Bauern ins Ausland zu ziehen, um ihre zerbrechlichen Lebensbedingungen zu verbessern. In Wirklichkeit prägten diese Ausreiseflüsse nicht nur das Period um die Jahrhundertwende sondern auch die folgenden Jahrzehnte ungefähr bis zu den Sechziger Jahren. Namentlich hat man geschätzt, daß etwa 25 Millionen italienische Bürgern von 1876 bis 1976 ihre Herkunftsländer verließen. Jedoch wenn wir auch die Summe der im Ausland gebürtigen Italiener untersuchen, wird die Gesamtzahl wesentlich beträchtlicher: der italienische Staat hat deshalb fast 50 Millionen Personen in einem Jahrhundert durch die Emigration verloren, sodaß man behauptet kann, es in der Welt eine andere Italien gibt. Obwohl die italienische Emigrationsmassenerscheinung in einer umfassenden Weise und unter zahlreichen Perspektiven schon lange untersucht ist, hat man einige regionalen Aspekte dieses Problems erst in den letzten Jahren erklärt. Kürzlich, hat das Thema des „Gedenkens der Emigrationsperiode“ wichtige Erfolge erhalten und wertvolle Forschungen haben endlich auch die lokalen Hauptauswanderungsprozesse rekonstruiert. Im Gründe genommen, soll die Erinnerung der italienischen Emigration nicht nur in dem Bild des Mafioso und des Kriminelles bestehen: es gibt dagegen unzählige Zeugnisse über die Emigrationserlebnisse von ehrlichen Handwerker und verzweifelten Bauern, die wegen der landwirtschaftlichen Krise (in der zweiten Hälfte des XIX. Jahrhunderts ausgebrochen) verpflichtet wurden, ein neues Leben in Europa, in Amerika oder sogar in Australia wieder an zu fangen. Dieses Gefühl von Verlust, Niederlage und Ergebung zur Abfahrt scheinte auch in Emilia Romagna und innerhalb der Provinz von Modena sehr stark und verwurzelt zu sein. In dem kollektiven Umbewußte, hat diese Region – und namentlich diese Provinz – leider eine ganze nebensächliche Bedeutung gewonnen und es ist überhaupt geglaubt, daß die aus unserem Gebiet kommenden Auswanderungsflüsse einen sehr schwachen Einfluß über die generelle nationale Ebene zeigten. Wahrscheinlich könnte diese Überzeugung nur hinsichtlich des quantitativen Aspekts des Problems (und gegenüber den hervorragenden Beispielen wie Venetien, Kampanien und Sizilien) kaum richtig sein. Die Realität aber äußert sich in einer ganzen anderen Sprache. Kürzlich gemachte Untersuchungen haben nämlich gezeigt, daß sowohl die Bergbewohner des Apennins als auch die Bauern der Poebene in dem XIX. Jahrhundert an eine „Reisekultur“ schon gewöhnt waren, und daß der Beitrag der Region Emilia Romagna zu der italienischen Emigrationserscheinung viel beträchtlicher war, als man allgemein glauben könnte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

appennino modenese
capitan pastene
emigranti
emigrazione
felice pedroni
felix pedro
lettere
modena
prefettura
stampa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi