Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'agire linguistico tra etnie diverse. Analisi della comunicazione interculturale nelle strutture pubbliche.

La documentazione e la burocrazia che regolano la politica migratoria si fanno sempre più complesse e attente; il loro sviluppo è sorretto dall’intenzione di creare una barriera che si opponga all’entrata indiscriminata e alla ricerca di asilo degli immigrati senza le condizioni necessarie per una corretta vita sociale nella nostra comunità. Tralasciando gli aspetti legati all’efficacia di tale azione, ciò che più si ripercuote sulla popolazione immigrata è una generale difficoltà di azione e una scarsa conoscenza delle dinamiche sociali della nostra nazione e della nostra cultura. La struttura burocratica che deve sorreggere il peso di questa ondata di “nuovi cittadini” che hanno esigenze specifiche e che necessiterebbero di una precisa azione comunicativa non è ancora sviluppata e non è per ora adatta a questa nuova dinamica. Vi è la necessità di azioni precise e dirette che possano risolvere questo organico vuoto istituzionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione La documentazione e la burocrazia che regolano la politica migratoria si fanno sempre più complesse e attente; il loro sviluppo è sorretto dall’intenzione di creare una barriera che si opponga all’entrata indiscriminata e alla ricerca di asilo degli immigrati senza le condizioni necessarie per una corretta vita sociale nella nostra comunità. Tralasciando gli aspetti legati all’efficacia di tale azione, ciò che più si ripercuote sulla popolazione immigrata è una generale difficoltà di azione e una scarsa conoscenza delle dinamiche sociali della nostra nazione e della nostra cultura. La struttura burocratica che deve sorreggere il peso di questa ondata di “nuovi cittadini” che hanno esigenze specifiche e che necessiterebbero di una precisa azione comunicativa non è ancora sviluppata e non è per ora adatta a questa nuova dinamica. Vi è la necessità di azioni precise e dirette che possano risolvere questo organico vuoto istituzionale. Questo studio sull’azione comunicativa nella relazione dialogica tra nativo e non nativo agli sportelli pubblici di comuni e regioni si pone come primo e principale obiettivo proprio quello di prendere coscienza dei modi e dei tempi che devono regolare tale comunicazione. In particolare sono convinto che, anche se il fenomeno delle relazioni dialogiche è molto complesso e multidimensionale, si possa tentare di costruire un modello base di atteggiamento e di comportamento comunicativo in ambito interculturale che sia precondizione e punto di partenza di una nuova

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Francesco Michele Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2885 click dal 11/01/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.