Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La malattia mentale dell'autore di reato. Elementi di comparazione.

Si tratta di un excursus attraverso le scienze umane, sociali e giuridiche nei riguardi del reo malato di mente. Inoltre il nostro diritto penale viene analizzato in comparazione con il diritto penale inglese e scozzese. Il tutto prende il via da una visita all'Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Tempo fa ho avuto l’opportunità di visitare l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa. Oltrepassato il portone di ingresso si incontrano vecchi ritratti di studiosi della materia, sormontati da alcune citazioni. Una di queste affermava: “... il crimine e la pazzia entrano in connubio sul talamo della degenerazione”. Da sempre l’uomo cerca di indagare sulla mente umana. Ma perché? Freud diceva: “quando le cose non si possono conoscere chiaramente bisogna almeno conoscere con chiarezza in cosa consistono le oscurità”. Partendo da questa considerazione ho pensato a questa tesi, il cui oggetto vuole essere l’affascinante ed ancora, per alcuni inquietanti versi, sconosciuta sfera della mente umana: il filo tra normalità e follia è spesso tanto sottile, da far si che, da sempre, psichiatria e giustizia si interrogano sui confini della malattia mentale e sulle conseguenze che questa può comportare sia sullo stesso comportamento che sulla capacità di autodeterminazione dell’uomo. Innanzitutto sarà dato ampio spazio ad un’analisi dell’imputabilità dal punto di vista storico, passando dalle concezioni esistenti ai cambiamenti verificatisi con l’andar del tempo, generale, sociale e comparativistico. Ciò risulta significativo proprio per le diverse correnti di pensiero che hanno accompagnato il

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessandro Piccinini Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5035 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.