Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi del settore dell'abbigliamento. Prospettive di sviluppo. Il caso Meltin'Pot

Il lavoro valuta gli effetti di un mercato altamente competitivo sul settore dell'abbigliamento. Proprio per questo è stato opportuno definire l'ambito della trattazione, ovvero il settore economico, per poi passare ad analizzare le carattteristiche del settore in questione e le cause che hanno portato a decretare lo stato di crisi del settore, sia di natura interna che di natura macroeconomica. Su tale base si è cercato di proprorre alcune prospettive per il rilancio di tale settore e a sostegno di ciò è stato analizato un caso aziendale a dimostrazione che la crisi la si può affrontare e persino superarla.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Negli ultimi dieci anni il quadro economico si è modificato notevolmente: l’entrata sul mercato di Paesi emergenti, come la Cina, Paesi dell’Europa centro-orientale e del Sud-est asiatico, la cui quota sulle esportazioni di merci aumenta inesorabilmente a discapito dell’economie avanzate; l’Europa ha adottato la moneta unica che elimina spazi per le svalutazioni competitive come strada per compensare le inefficienze e aggredire i mercati. In un contesto di mercato sempre più globalizzato si assiste, infatti, ad una riorganizzazione delle produzioni e ad un aumento della competizione che stanno mettendo in crisi l’intero modello di specializzazione internazionale dell’Italia. Le imprese operanti sul mercato devono tentare di rispondere tempestivamente a tali mutamenti pena la loro esclusione dal mercato. E’ proprio quello che sta accadendo da un po’ di anni alle imprese del settore tessile- abbigliamento, che non riuscendo a competere in un mercato in continua evoluzione sono costrette ad abbandonarlo. Il tessile-abbigliamento italiano, colonna portante del nostro sistema produttivo, è contraddistinto da una miriade di piccole e medie imprese che hanno da sempre fondato il loro successo sulla manifattura tradizionale non tentando d’intraprendere il cammino dell’innovazione tecnologica. Ne consegue l’impossibilità di continuare ad operare in un mercato in cui si richiede un’alta specializzazione flessibile, una struttura produttiva efficiente e che si sappia adattare ai mutamenti del mercato. I numeri d’imprese che hanno abbandonato il settore in questione sono esorbitanti e riescono a sopravvivere solo gli operatori che rispondono tempestivamente al mercato cercando nuove vie d’uscita. Si è deciso di affrontare questo lavoro proprio per valutare meglio gli effetti di un mercato altamente competitivo sul settore tessile-abbigliamento. Nel primo capitolo è stato definito l’ambito della trattazione, ossia il settore economico. Lo studio di settore non può prescindere in alcun modo dal considerare il comportamento delle singole imprese, né affidarsi alle condizioni poco realistiche previste dalla teoria delle forme di mercato, che tendono ad uniformarne le condotte. L’analisi dinamica di settore rappresenta un’esigenza

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Albarosa Marigliano Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10410 click dal 11/01/2006.

 

Consultata integralmente 46 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.